Cronaca

"Non vendete Palazzo Accardo". Protesta contro l'alienazione dell'immobile storico

Al sindaco Zedda si chiede di revocare la vendita di Palazzo Accardo, storico immobile del Comune tra via Crispi e il Largo Carlo Felice. E' inserito nel piano comunale delle alienazioni. "Può essere utilizzato dal Comune".



CAGLIARI - "Eliminare il Palazzo Accardo dal piano delle alienazioni 2016-2018 del Comune di Cagliari". E' la richiesta del consigliere comunale del gruppo 'Popolari e azzurri per Cagliari' Federico Ibba indirizzata al primo cittadino Massimo Zedda. La vicenda del palazzo storico torna d'attualità dopo le critiche piovute a maggio dello scorso anno quando la Giunta comunale decise di inserire il sito, dal valore di 2,7 milioni di euro, tra quelli in vendita per una successiva valorizzazione da parte di privati.

L'edificio, tipico esempio di architettura ottocentesca, che attualmente ospita in parte il 'caffè svizzero' venne realizzato tra il 1899 e il 1902 sopra la cripta di Sant'Agostino (ancora esistente e alla quale è possibile accedere). Stando a una relazione della sovrintendenza dei Beni Culturali venne progettato da Dionigi Scano e precedette di pochi anni la costruzione di Palazzo Bacaredda sede del Municipio. Per Ibba il palazzo non deve essere venduto ma "ristrutturato per essere utilizzato in ambito amministrativo e istituzionale dal Comune di Cagliari".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it