Cronaca

Fuga dalla Sardegna, entro il 2077 addio a 31 Comuni. Convegno-sos a Silanus

Nell'Isola è sempre più piaga-spopolamento, due terzi delle città perdono abitanti. Nei prossimi sessant'anni pronti a sparire decine di paesi. Studiosi, sindaci, urbanisti e semplici cittadini organizzano un summit sul tema.



CAGLIARI - Nei prossimi sessant'anni 31 dei 377 paesi della Sardegna non esisteranno più e oltre 250 comuni sono attualmente interessati da dinamiche di spopolamento. Sono già molti anni che nell'Isola si assiste a un "addio" da parte degli abitanti sempre più corposo. Una diaspora che non conosce sosta, soprattutto con il persistere della crisi. Tra la provincia più povera d'Italia - quella del Sulcis-Iglesiente - e le difficoltà a trovare uno sbocco per il futuro in tutta la Regione, sono soprattutto i giovani a fuggire alla ricerca di un futuro, se non migliore, almeno dignitoso.

Sabato 4 marzo prossimo alle 17 a Silanus, presso l'auditorium comunale "Peppino Fiori" (Via Vittorio Emanuele) incontro-dibattito sul tema "I Paesi della Sardegna: una questione di futuro". Organizza l'associazione Nino Carrus con il patrocinio del Comune di Silanus. Molti gli interventi previsti: Francesco Cocco, Nicolò Fenu, Matteo Lecis Cocco-Ortu del Collettivo Sardarch e autori del libro "Spop. Istantanea dello spopolamento in Sardegna". È un volume che offre un'instantanea della Sardegna contemporanea a partire dall'analisi dei 31 Comuni in estinzione attraverso infrografiche, testi, geomappe e fotografie, fornendo una chiave di lettura accessibile a tutti i lettori. A fianco a ciò vengono esplorate alcune risposte che la società sta offrendo, in modo più o meno esplicito, al fenomeno dello spopolamento attraverso esperienze che spaziano dai temi della cultura diffusa e dell'economia locale di prossimità al rapporto con le migrazioni.

Grazie ai contributi di studiosi di diversa natura questo volume apre un percorso di confronto e dibattito, che intende uscire dalle realtà accademiche e istituzionali, per creare una consapevolezza diffusa di un fenomeno che non riguarda solo l'Isola ma gran parte del continente europeo. Previsti anche gli interventi di Stefania Piras, sindaco di Oniferi, Emiliano Deiana, sindaco di Bortigiadas e presidente dell'Anci Sardegna, e Francesco Mura, sindaco di Nughedu Santa Vittoria, e Gian Pietro Arca, primo cittadino di Silanus. Si tratta di sindaci impegnati, da sempre. nella difesa del futuro delle comunità locali.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it