Cronaca

Pistola, fucile e marijuana. Onaný, nel sacco spacciatore 23enne

Blitz dei carabinieri nell'abitazione, il giovane nascondeva armi e droga. Denunciato anche il padre, sorpreso con una dose di "fumo". Sequestrata una pistola con matricola abrasa e un fucile a pompa.



ORISTANO - I carabinieri del nucleo investigativo di Oristano, nell’ambito di una attività antidroga, condotta sotto la direzione della Procura della Repubblica di Cagliari e della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Sassari, hanno eseguito delle perquisizioni domiciliari nei confronti di alcuni individui tutti della provincia di Nuoro, per la ricerca di sostanze stupefacenti, in particolare “marijuana” proveniente da piantagioni gravitanti nel nuorese. L’operazione, condotta con l’importante ausilio dei militari dello squadrone carabinieri eliportato “Cacciatori di Sardegna” e delle unità cinofile di quel reparto, nonché con la collaborazione dei carabinieri delle compagnie di Oristano, Ghilarza, Bitti e Siniscola, si è sviluppata nei comuni di Onanì, Lula e Orosei, ove sono stati sottoposti a perquisizione domiciliare otto individui coinvolti in un “giro” di spaccio di marijuana.

Nel corso dell’operazione a Onanì è stato arrestato in flagranza di reato E.D. classe 1994, incensurato, esercente del luogo, il quale all’arrivo dei militari presso la sua abitazione, inizialmente non ha dato segni della sua presenza all’interno, per poi tentare la fuga da un balcone retrostante del caseggiato. Nella circostanza l’uomo era armato di pistola semiautomatica calibro 7,65, carica, che portava nella cintura dei pantaloni, mentre in mano aveva un fucile a pompa calibro 12 avvolto nel cellophane. Evidentemente la fuga serviva ad occultare le armi fuori dall’abitazione ed evitare così l’arresto, ma la mossa non è sfuggita ai militari. Infatti i militari, che avevano circondato l’abitazione al fine di bloccare eventuali vie di fuga, nonché garantire la sicurezza dei colleghi che si accingevano ad entrare all’interno, l'hanno bloccato, disarmandolo. L’individuo è stato arrestato con le accuse detenzione e porto illegale di armi clandestine, avendo gli operatori accertato che entrambi le armi riportavano la matricola abrasa. Una volta all’interno dell’abitazione i militari hanno proceduto alla perquisizione, rinvenendo munizioni da guerra, vari coltelli di genere proibito, nove grammi di marijuana, 36 punzoni alfanumerici per metallo, mentre un grammo di marijuana è stato ricondotto nella titolarità del genitore dell’arrestato, un operaio incensurato di 47 anni, che è stato quindi segnalato al prefetto di Nuoro quale assuntore di sostanze stupefacenti.

L’attività nelle altre abitazioni perquisite ha permesso di rinvenire altre modiche quantità di marijuana. A Lula un altro giovane individuo è stato denunciato in stato di libertà. In casa aveva dodici grammi di fumo, una piantina di cannabis, un bilancino di precisione, oltre a carcucce e arnesi da scasso. Tutto il materiale è stato sequestrato.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it