Cronaca

Skaters senza una pista a Cagliari. "È diventato sport olimpico", il caso in Comune

Il pattinodromo-cantiere di via Rockefeller diventa teatro della protesta di associazioni e sportivi amanti della tavoletta con ruote. "Lavori inutili, bisogna ascoltare gli esperti".



CAGLIARI - Lo skateboard? È addirittura una disciplina olimpica. Tra poco più di tre anni, a Tokyo 2020, infatti, atleti e sportivi da tutto il mondo sono pronti a contendersi una medaglia. Nel capoluogo sardo, invece, una "casa" vera e propria non c'è ancora. Il pistino di via Rockefeller è più abbandonato che utilizzato. Da parte dell'amministrazione comunale c'è l'affidamento a una società privata dei lavori di restyling. Oltre centomila euro, cifra utile per rendere nuovamente fruibile l'area. Ma arriva lo stop da parte dei portavoce di migliaia di appassionati. "Lavori inutili, bisogna dare voce agli esperti".

Scorrono gli anni, ma le richieste sono sempre le stesse. Chi vuole fare skateboard deve andare fuori città o "accontentarsi" di altri spiazzi. Su tutti le piazze, con tanto di malumori da parte di chi le frequenta. La manifestazione di protesta, proprio all'interno del pattinodromo di via Rockefeller, vede un mix tra sport e politica. Ci sono Gianluca Lai, presidente del Wipeout Board Club Asd, Alberto Del Piano e il consigliere comunale dei Riformatori, Raffaele Onnis. Che, insieme al collega Giorgio Angius, ha già protocollato una mozione, presto in discussione tra i banchi di palazzo Bacaredda. "Bisogna interrompere e ritirare l'incarico già affidato per la realizzazione di un'opera, appaltata per più di centomila euro, definita da tutti gli skaters inutile. Con la stessa spesa si deve realizzare uno skate park, avvalendosi di un progettista con conoscenza specialistica nella progettazione in materia, tenendo conto del parere dei praticanti in fase progettuale e affidando i lavori di realizzazione dell'opera ad un'impresa con esperienza nel settore".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it