Cronaca

5 anni di quotidiano terrore, tra litigi e botte da orbi. Fine dell'incubo per una donna, arrestato compagno "orco"

Calci, pugni e violenze psicologiche lunghe un lustro. Una giovane di Cagliari "liberata" dalle grinfie di un 35enne violento. Dopo l'ultimo furioso litigio l'aggressore finisce in manette. La vittima: "Non volevo denunciarlo per evitare guai peggiori".



CAGLIARI - Cinque anni tra botte da orbi e un turbine continuo e inarrestabile di violenza. Altro che "amore": una donna, per un lustro, non ha avuto il coraggio di denunciare il compagno, un 35enne, nonostante la spirale di maltrattamenti fosse diventata una "pratica quotidiana". Fondamentale l'intervento della polizia, nel loro appartamento nel rione popolare di Is Mirrionis, allertati da alcuni cittadini che, sentendo provenire urla disumane, hanno fatto scattare l'allarme. 

Due equipaggi della squadra volante hanno raggiunto la casa: è stato l'uomo ad aprire la porta e, fortemente agitato, ha spiegato di aver litigato con la compagna. La donna ha raccontato di essere stata colpita dal compagno con una sedia. Poi, si è lasciata andare e ha raccontato le lunghe angherie: l'uomo l'avrebbe maltrattata per anni, e lei non l'avrebbe mai denunciato "per evitare ritorsioni più gravi". L'uomo è stato rinchiuso nel carcere di Uta.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it