Cronaca

Controllori in sciopero, "black monday" dei cieli. Nell'Isola cancellati 18 voli

24 ore di disagi, il personale di terra incrocia le braccia e gli aerei non partono. Collegamenti da e per la Sardegna praticamente assenti, "passione" negli scali di Alghero, Cagliari e Olbia.



Lunedì nero per il trasporto aereo. Alitalia cancella il 40 per cento dei voli programmati, sia nazionali che internazionali, per lo sciopero dei controllori di volo. Alcune sigle sindacali hanno proclamato un’agitazione dalle 13 alle 17 e, sempre per l’intera giornata di lunedì venti marzo, ad eccezione delle fasce garantite 7-10 e 18-21, la sigla sindacale Cub Trasporti (e per gli aeroporti di Milano anche il sindacato Usb) ha confermato uno sciopero generale del comparto aereo. Sul sito alitalia.com è disponibile la lista completa dei voli cancellati, insieme alle informazioni dettagliate sulle modalità di riprotezione che prevedono il rimborso del biglietto o la possibilità di cambiare il proprio volo senza alcuna penale fino al 4 aprile. La Compagnia ha immediatamente attivato un piano straordinario per riproteggere sui primi voli disponibili, possibilmente in giornata, il maggior numero di passeggeri coinvolti nelle cancellazioni. Alitalia invita tutti i viaggiatori che hanno acquistato un biglietto per volare il 20 marzo a verificare lo stato del proprio volo, prima di recarsi in aeroporto. In Sardegna stop a diciotto voli: aerei a terra e collegamenti interrotti da Alghero, Cagliari e Olbia per la Penisola e viceversa.

Sono giorni difficili per Alitalia e per i suoi dipendenti. Lo sciopero di 24 ore potrebbe infatti essere solo l'antipasto di altre proteste, dopo la presentazione del business plan della Compagnia ai sindacati. Un piano industriale lacrime e sangue che prevede oltre 2000 esuberi nel personale. Gli esuberi riguardano sia lavoratori a tempo determinato che indeterminato. Le eccedenze di organico a tempo indeterminato si attestano a 1338 unità, 558 quelle a tempo determinato e 141 sono gli esuberi del personale impiegato all'estero. Agli esuberi del personale di terra si aggiungerebbero poi quelli del personale navigante, circa 400, ai quali scade il contratto di solidarietà alla fine dell'anno. I sindacati, che hanno bocciato senza appello il nuovo piano, hanno infatti annunciato uno sciopero di 24 ore per il 5 aprile prossimo.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it