Cronaca

Guerriglia a Sassari, trasferta di Palermo vietata a tutti i tifosi sardi. È polemica

Polemiche dopo la decisione dell'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive di vietare la trasferta di Palermo ai residenti in Sardegna tifosi del Cagliari. La decisione arriva dopo la guerriglia urbana scatenata sabato a Sassari da un gruppo di violenti.



CAGLIARI - I tifosi sardi, residenti in Sardegna, non potranno assistere alla prossima partita di campionato tra Palermo e Cagliari in programma domenica allo stadio Barbera. La decisione, come spiega il sito della società rosanero, è stata comunicata dall'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive alla Questura palermitana: "Nelle more della prossima riunione dello stesso Osservatorio, si conferma la sospensione della vendita per il Settore Ospiti e per gli altri Settori dello Stadio ai residenti nella Regione Sardegna".

La decisione, che arriva dopo gli scontri avvenuti a Sassari nel giorno della gara amichevole tra Cagliari e Sorso, non è scevra da critiche. Le prime arrivano dal presidente rossoblù Tommaso Giulini che su Twitter esprime contrarietà.

 

Più duro il deputato di Unidos Mauro Pili che parla di atto razzista. "Vietare uno stadio a tutti residenti della Sardegna è un atto vile e razzista  - afferma -che offende un intero popolo. Le disposizioni per la vendita dei biglietti comparse nel sito della squadra del Palermo sono lesive della dignità di un’intera comunità. Non si può considerare un intero popolo responsabile di fatti deprecabili, condannabili da chiunque, ma che in alcun modo possono coinvolgere tutti i residenti della Sardegna. La decisione della prefettura di Palermo e dell'osservatorio sulle partite di calcio è grave sotto ogni punto di vista, a partire da quello etico e morale. I fatti di Sassari - prosegue - non hanno niente a che vedere con la popolazione sarda. Spero - conclude - che la revoca del provvedimento arrivi già nelle prossime ore per evitare ulteriori gravi tensioni. Non vorrei che Minniti oltre a depotenziare l’apparato della polizia in Sardegna volesse far pagare ai Sardi la fallanza nella gestione degli eventi di Sassari, dove un gruppo di violenti ha percorso la Sardegna senza essere stato in alcun modo intercettato ne prima ne durante il viaggio".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it