Cronaca

'Città del Sole' chiusa a Cagliari. La versione dell'azienda: "Alti costi e perdite crescenti"

Costi crescenti, vendite diminuite del 25% in quattro anni e continue perdite. Questi i motivi che avrebbero portato alla chiusura dello storico negozio. A parlare è l'azienda: "Abbiamo proposto di continuare con una sola dipendente, ma non ha accettato".



CAGLIARI - Le serrande della 'città del sole' al numero uno di via Oristano sono abbassate da due giorni. Dopo il post su facebook della responsabile del punto vendita Roberta Parisi sono stati tantissimi i messaggi di affetto e sostegno sui social network da parte dei cittadini alle tre dipendenti per la perdita di un negozio storico della città. Che tutti avrebbero voluto vedere aperto.

A quanto pare anche l'azienda madre che oggi espone la sua versione dei fatti. A parlare è Graziano Grazzini: "La chiusura del nostro punto vendita di Cagliari è una battuta d’arresto per l’azienda ma, soprattutto, un dramma per le persone che ci lavorano". E prosegue: "Il negozio era stato da noi rilevato nell’ottobre del 2012 dalla signora Parisi la quale lo gestiva in franchising valendosi dell’opera di due dipendenti. Il negozio aveva una situazione finanziaria molto pesante in quanto aveva un’esposizione debitoria significativa. La nostra azienda si è accollata i debiti ed ha mantenuto in forza le tre dipendentii nella convinzione di poter in un tempo ragionevole risollevare le sorti di questa attività". 

La crisi. Grazzini sottolinea la difficoltà economica del punto vendita: "Per ragioni diverse tra loro ma certamente sotto gli occhi di tutti (crisi economica, spostamento dell’asse commerciale fuori del centro storico, perdita di potere d’acquisto), il negozio di Cagliari da tempo ha registrato una drammatica flessione delle vendite (meno 25% dal 2010 allo scorso anno) a fronte di costi inevitabilmente crescenti. Di fatto e da tempo, al di là dell’impegno di tutti, il negozio continua a produrre perdite. Per questa ragione - spiega-, già lo scorso anno avevamo proposto ai nostri collaboratori una riduzione complessiva dell’orario di lavoro ma la nostra proposta aveva incontrato un netto rifiuto".

La proposta e la fine. "L’esplosione della crisi nei primi mesi del 2017 (un ulteriore meno 18%) ci ha obbligati ad una scelta drastica quanto dolorosa: immaginare la prosecuzione dell’attività a Cagliari basandoci sull’apporto di una sola persona e la scelta era ricaduta su Roberta Parisi, storica anima del negozio, a cui abbiamo proposto di continuare nella conduzione per garantire la continuità dell’impresa in attesa di tempi migliori. Questa scelta, certamente subita ma forse anche compresa dalle altre due collaboratrici part time, non è stata condivisa dalla signora Parisi che ha preferito abbandonare il campo. E’ questo rifiuto, pur se legittimo ma del tutto inatteso, che ha portato alla chiusura del negozio nel peggiore dei modi con tutte le conseguenze del caso".

La controreplica. Letta la versione dell'azienda risponde Roberta Parisi che precisa: "Come abbiamo ripetutamente ribadito, eravamo disposte a dimezzare le nostre ore lavorative, non ci siamo mai rifiutate. La proposta di mantenere solo me a gestire il punto vendita di Cagliari era una proposta assurda e per me moralmente ed eticamente inaccettabile. Mettere sulla strada le mie due colleghe storiche, capaci e competenti, sacrificando solo loro, come avrei potuto farlo? Non è nella mia natura, non avrei avuto il coraggio di guardarmi allo specchio. Ci sono valori più importanti nella vita e io sono sempre stata con loro anche quando il negozio era mio ed ho voluto fortemente portarle con me. La direzione poteva tornare sui propri passi, dopo il mio rifiuto, invece hanno ribadito che chiudere Cagliari non sarebbe mai stato come chiudere un negozio di Milano o Roma. Una perdita del 25%  di questi tempi, è fisiologica e  i costi di gestione ritoccati con un fitto basso, ci avrebbero dato la possibilità di lottare ancora. Città del Sole a Cagliari è amata e ammirata per il suo team di personale e questo si evince dall'enorme manifestazione  di affetto che l'intera città ci sta dimostrando. A tutte e tre".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it