Cronaca

Ciclismo italiano in lutto, muore Michele Scarponi. Il campione dell'Astana travolto da un'auto

L'atleta, compagno di squadra del sardo Fabio Aru e capitano al prossimo Giro d'Italia, perde la vita durante un allenamento su strada. Nel 2011 il trionfo alla "corsa rosa".



Tragedia nel mondo del ciclismo. Muore Michele Scarponi, vincitore del Giro d'Italia 2011. Il ciclista azzurro finisce investito da un furgone ad un incrocio durante un allentamento in bicicletta a Filottrano, in provincia di Ancona. "È una vera tragedia, Michele era un uomo squadra di grande professionalità", dice il presidente della federciclismo, Renato Di Rocco, all'Adnkronos.

"Michele era un ragazzo estremamente serio, una grande persona. È stato travolto ad un incrocio, sicuramente sarà molto sul colpo, l'impatto è stato molto forte. Il destino purtroppo ha voluto così". Sono le parole di un commosso Di Rocco. E arriva anche il ricordo proprio di Fabio Aru, che si affida al suo profilo ufficiale Twitter per poche ma chiare parole che fanno ben capire le sue sensazioni legate alla tragedia.
Ultimo aggiornamento: