Cronaca

A Cagliari riapre la terrazza del bastione Saint Remy. Spunta il plexiglass, nessuna telecamera

2 anni di cantiere, una tra le aree-simbolo del capoluogo sardo ritorna fruibile. Il taglio del nastro il 28 aprile prossimo, il gestore del bar ha finito i lavori interni. Subito una serata musicale (organizzata da privati).



CAGLIARI - La terrazza Umberto I del bastione Saint Remy riapre: dopo un intenso e lungo "maquillage", lungo due anni, operai e attrezzi da lavoro lasciano spazio all'area, totalmente riqualificata. Anzi: i lavori sono terminati già da due mesi. Il surplus di attesa è legato a un altro cantiere imbastito, dal proprietario del bar, all'interno della struttura commerciale, che sarebbe stata riconsegnata dall'amministrazione comunale priva di tutta una serie di impianti. Adesso sembra tutto a posto. O quasi: ancora chiusa per lavori la scalinata principale e la torretta-arco, gli unici accessi sono quelli delle due scalinate di via De Candia, nel rione storico di Castello. A detta del Comune, la terrazza è finalmente "messa in sicurezza". Infatti, lungo tutto il perimetro del parapetto, trovano spazio lastre di plexiglass (una scelta, questa, che ha già fatto storcere il naso a più di una persona, tra consiglieri comunali, esperti di arte e semplici cittadini). Con addirittura una pagina Facebook dedicata, dal titolo inequivocabile: "Giù le mani dal bastione". Per evitare possibili vandalizzazioni delle nuove barriere, sono state fissate con forti supporti, proprio per rendere se non impossibile, almeno difficile, un loro distacco. Nei metri quadri con vista panoramica - almeno, non subito - non ci sono telecamere di sicurezza. Più fonti parlano di un possibile accordo tra il gestore del bar e il settore comunale del Patrimonio, proprio per l'installazione degli occhi elettronici. Ma, allo stato attuale, nulla si muove sotto questo aspetto. Ciò che è sicuro è che, almeno due anni fa, fin dal periodo immediatamente precedente alla chiusura per lavori, "piani alti" dell'allora prima Giunta comunale guidata da Massimo Zedda, il messaggio è stato sempre quello di una scoperta - o riscoperta - del buon senso. "I cittadini vanno educati. No alle telecamere, i divieti non servono".

E, se almeno nel primo periodo di telecamere manco l'ombra, l'augurio è che non trovino di nuovo spazio gli "sfregiatori" di monumenti - "famose" le scritte con lo spray sulle lastre di marmo, tanto per fare l'esempio più noto-. La data del taglio del nastro è quella del 28 aprile prossimo.  Proprio in concomitanza, prevista una serata musicale - organizzata dalla proprietà del "Caffè degli spiriti" -: dalle 22:30 spazio a una serie di deejays, come ospite di grido c'è Moses Concas, famoso per aver vinto l'edizione 2016 di "Italia's Got Talent" grazie al suo grande talento nel suonare l'armonica a bocca.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it