Cronaca

Tifo violento nell'Isola, "patto" tra istituzioni per debellarlo. In campo prefetti, questori, sindaci, scuole e societÓ sportive

Un mese fa la guerriglia urbana a Sassari, con decine di Daspo e arresti. Il prefetto di Cagliari convoca i primi cittadini del capoluogo sardo e di quello turritano e i presidenti di Cagliari, Torres e Dinamo Sassari. Obbiettivo: sradicare le tifoserie violente.



CAGLIARI - Ad un mese esatto dalla guerriglia avvenuta a Sassari da parte dei tifosi cagliaritani, il prefetto del capoluogo sardo, Giuliana Perrotta, dedice di riunire attorno allo stesso tavolo i questori di Cagliari e Sassari, il presidente della Regione, Francesco Pigliaru, i sindaci di Cagliari e Sassari, Massimo Zedda e Nicola Sanna, l'amministratore straordinario della Provincia del sud Sardegna, il direttore generale dell'ufficio scolastico regionale, il dirigente dell’ambito scolastico territoriale di Cagliari, il presidente della società Cagliari Calcio, il Presidente della società Torres 1903 e il presidente della Dinamo Banco di Sardegna Sassari.

All’incontro, convocato d’intesa con il prefetto di Sassari e calendarizzato per il 26 aprile prossimo, invitati, in qualità di esperti, il professor Bachisio Bandinu, la professoressa Maria Antonietta Mazzette e il professor Camillo Giuseppe Tidore dell’Università degli Studi di Sassari, oltre a Maria Antonietta Mongiu, padre Salvatore Morittu e il professor Silvano Tagliagambe dell’Università degli Studi di Cagliari. L’incontro ha la finalità di promuovere, a livello regionale, azioni positive che consentano di affrontare il fenomeno dell’accesa rivalità tra opposte tifoserie, tenendo conto di tutte le implicazioni culturali, socio-psicologiche ed economiche ad esso connesse, avviando al contempo un piano di de-radicalizzazione del tifo violento, di emersione e di recupero alla legalità delle organizzazioni di tifosi con il contributo e l’apporto sinergico di tutte le componenti istituzionali, sociali, culturali e sportive.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it