Cronaca

Cagliari, stalker in manette: molestava ragazze da una cabina telefonica

Trascorreva le sue giornate tormentando ragazze del suo paese ma i poliziotti della Squadra Mobile ieri lo hanno tratto in arresto mettendo fine al suo “divertimento”. Nei guai un 35enne di Burcei.



CAGLIARI - Un ragazzo incensurato, residente a Burcei, utilizzava una cabina telefonica che si trova vicino alla questura di Cagliari attraverso la quale, in modo anonimo, molestava con sms diverse ragazze. Le segnalazioni delle vittime, esasperate dall’incessante flusso di messaggi anonimi hanno portato ad individuare l’uomo che, nella serata di ieri, è stato sorpreso subito dopo l’invio dell’ennesimo messaggio ad una delle vittime predestinate, alle quali faceva recapitare, sin dal lontano 2004, missive anonime. Chiamato a rispondere di atti persecutori, su disposizione del Pubblico Ministero, è stato condotto presso il carcere di Uta.

Ultimo aggiornamento: