Cronaca

Sant'Efisio, è il giorno più importante. Cagliari si riscopre città aperta

Pellegrini e turisti in giro, negozi e musei (e fiera) aperti, treni e pullman speciali e spettacoli. 24 ore in piena modalità "town europea" per il capoluogo sardo.



CAGLIARI - C'è Sant'Efisio, il capoluogo sardo si riscopre - nell'era della modernità e della tecnologia - una città che nulla ha da invidiare a molte altre sue "colleghe" europee. La festa del martire guerriero porta migliaia di persone a confluire, da tutta l'Isola, nel nucleo principale, il rione storico di Stampace. Da lì, grazie all'edizione 361 del corteo tra fede e tradizione, che si snodano - idealmente - tutta una serie di eventi ed appuntamenti. Cancelli aperti in più di un museo, idem per i principali parchi cittadini, dalle 9 alle diciotto fruibili i cinque ettari "green" dell'Orto Botanico. Ancora: ci sono i pullman che viaggiano in modalità oraria del weekend, possibile quindi raggiungere il Poetto o la fiera.

Tanti i treni straordinari pronti a convergere su Cagliari, rispettivamente da San Gavino e Oristano, più Carbonia-Iglesias e Oristano. Ciò è possibile grazie all'accordo stretto tra Trenitalia con gli uffici della mobilità della Regione. Tutto il centro di Cagliari, nelle ore durante le quali passano traccas e figuranti, è totalmente vietata alle automobili. Si crea quindi, ancora una volta, un'estesa area pedonale, una consuetudine in molte città del vecchio continente. Non c'è solo Efisio, ovviamente: la giornata di bel tempo è l'occasione per perdersi tra gli infiniti scorci mozzafiato del capoluogo isolano. La Galleria comunale, il Palazzo di Città, il castello di San Michele, il sottopiano Search: aperti per "festa" e pronti ad accogliere tantissime persone. Stesso discorso per le chiese - su tutte quelle stampacine - e la biblioteca universitaria: nel cuore del quartiere-simbolo di Cagliari, Castello, taglio del nastro per la mostra "Viaggiatori, scoperte, terre lontane". Nel quartiere fieristico di viale Diaz, seppur con le modalità di un tempo messe in soffitta, c'è la fiera, con l'entrata a costo zero.

In serata, uno dei numerosi e tipici eventi inseriti nella festa di Sant'Efisio: il premio Toson d'oro, quest'anno il premio imbastito dal Comune va al maestro Luigi Lai. Il suonatore di launeddas, fresco fresco della storica conquista della direzione di un corso ad hoc al Conservatorio di Cagliari, è pronto a ricevere il riconoscimento in quanto è "pesonaggio che ha legato la sua attività artistica e professionale a Sant'Efisio".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it