Cronaca

Assemini, bomba ecologica nell'ex laveria. Sacchetti di acidi e amianto interrato - LE FOTO

Fusti pieni di sostanze chimiche, residui di ferro, ma anche il pericolosissimo eternit e vari acidi. Nel sottosuolo della struttura di via Coghe un "tesoro dell'inquinamento". Il sindaco, Mario Puddu, informa le autoritÓ.



ASSEMINI - Una busta con all'interno delle fotografie: la mano che la invia al sindaco di Assemini, Mario Puddu, è anonima. Ma le immagini ritraggono un luogo fin troppo noto agli asseminesi: l'ex laveria di via Coghe. Quattro scatti, abbastanza eloquenti: fusti pieni di sostanze chimiche - con tanto di classico simbolo "infiammabile" - residui di amianto e ferro interrati alla bell'e meglio, sacchetti di acidi e addirittura cumuli di rifiuti dai quali traboccano liquidi paragonabili proprio a degli acidi. Il sindaco, Mario Puddu, rende pubbliche le fotografie e informa le autorità.

"È un gesto che testimonia la crescente preoccupazione e aggiungerei anche il senso di ribellione a questo stato di cose che sta animando la nostra comunità. Il fatto è gravissimo e ho immediatamente informato le autorità competenti. Per questo auspico che gli organi preposti dispongano immediate verifiche al fine di dare riscontro a questa segnalazione. Da quando questa amministrazione si è insediata ha chiesto che la bonifica prevista per questo sito partisse quanto prima, ma per tutta risposta abbiamo avuto dalla Regione, proprietaria degli impianti, esclusivamente la proposta della riapertura". Così il sindaco del M5S, che rimarca tutta una serie di "no". I principali? "Alla riapertura e al riavvio della produzione. Serve conoscere i veri responsabili di un simile disastro, gli asseminesi devono sapere se questa discarica di materiali pericolosi e inquinanti si trovi davvero nella laveria e, nel caso, bonificare immediatamente il sito".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it