Cronaca

Con lo yacht nel "paradiso" protetto dell'Asinara. Denuncia e maxi multa a comandante francese

La Guardia Costiera scopre un francese a bordo della sua barca, lunga 20 metri, ormeggiata in un tratto dove è vietato persino fare un tuffo. Denuncia immediata, con tanto di sanzione.



PORTO TORRES (OT) - L'ancora gettata senza troppi problemi su un fondale ultraprotetto e in un'area talmente protetta che, ancora ancora, è vietato respirare. Figurarsi ormeggiare uno yacht di venti metri. Eppure, un francese non si è messo nessuno scrupolo. Ma la sua "vacanza" nell'area marina protetta dell'Asinara non è durata molto. La Guardia Costiera l'ha infatti individuato durante un controllo.

L'imbarcazione, "parcheggiata" davanti a Cala Sant'Andrea - in una zona assolutamente "delicata" in seguito alla presenza di un ecosistema marino tutt'altro che "forte - è stata raggiunta dagli uomini dagli agenti. Lo yacht è stato trasportato via mare fino al primo porto utile, quello di Stintino. Il proprietario si è beccato una denuncia e una multa salata.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it