Cronaca

"Dune" salvasabbia smontate e utilizzate per tuffarsi. Ragazzini imbecilli e vandali in azione al Poetto

Come sfregiare un bene comune. A Cagliari, all'altezza della Quarta fermata - da anni meta di adolescenti e ragazzini, a voler essere buoni, "vivaci" - un gruppetto di giovani stacca le protezioni e le trascina in riva al mare. Un'azione da sicura denuncia, ma della polizia Municipale manco l'ombra.



CAGLIARI - Presa dal bordo che delimita la spiaggia dalla strada e trasportata, sotto gli occhi di centinaia di bagnanti e senza nemmeno una punta che sia una di vergogna, fino in riva al mare. E non è la prima volta che capita. Le "dune" salvasabbia diventano oggetti da utilizzare per tuffarsi in acqua e divertirsi. Sì, divertirsi. Ma sfregiando un bene di tutti. Due episodi nel giro di pochi giorni, all'altezza della Quarta fermata. Un fazzoletto di sabbia del litorale cagliaritano meta di ragazzini alle prese con i primi ormoni impazziti e già abbastanza "in confidenza" con gli alcolici e di adolescenti indaffarati più a fare danni che a godersi una delle meraviglie della natura. Ragazzini e ragazzine che, essendo carenti in tema di educazione civica, non si fermano al danneggiamento di un qualcosa pagato dall'intera comunità, ma lasciano la spiaggia piena di rifiuti di ogni tipo. Cartacce, bottiglie e mozziconi di sigarette su tutti. 

L'immagine rimbalza sui principali social network nell'ultima domenica di giugno. Tra i frequentatori della spiaggia, c'è chi ha cercato di far intervenire la polizia Municipale. Ma le chiamate fatte col telefono cellulare sarebbero rimaste "inevase". L'estate 2017 è lunga, maggiori controlli in una delle perle più preziose del capoluogo sardo e di tutta l'Isola sembrano quanto mai necessari. L'alternativa è vedere rovinato, nel giro di breve tempo, il rinnovato Poetto. Oltre a far scoppiare in una grassa risata i vandali di turno.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it