Cronaca

Yacht di lusso, maxi evasione da 10 milioni: nobile e latitante, ora Ŕ in manette

Truffa commerciale e frode fiscale. Due accuse che hanno portato all'arresto di un latitante di 52 anni. Il provvedimento Ŕ stato preso dopo un'indagine coordinata dal procuratore della Repubblica di Tempio Pausania, Domenico Fiordalisi.



TEMPIO - Era riuscito mettere in piedi una frode commerciale e a evadere il fisco per una cifra da capogiro, 10 milioni di euro. Poi era sfuggito all'arresto dopo che la Guardia di Finanza aveva scoperto tutto. E' finita oggi la latitanza di B.L, 52enne proveniente da una nota famiglia nobile romana, arrestato dopo un'indagine del Tribunale di Tempio coordinata dal procuratore Domenico Fiordalisi. Il provvedimento nei confronti dell'uomo è stato emesso sulla base di un mandato di cattura europeo.

L'indagine era partita dalla Gallura, dove l'uomo nella marina di Cugnana aveva ormeggiato un maxi yacht di 37 metri, nell'ambito dei controlli antievasione sulla ricchezza effettuati dalla guardia di finanza. L'imbarcazione risultava intestata alla società Sagittario srl, formalmente amministrata da una donna moldava ma di fatto riconducibile proprio all'uomo, che ne avrebbe simulato la cessione.

Foto d'archivio

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it