Cronaca

Quartu, operazione mare sicuro. Il Comune cerca volontari da affiancare ai bagnini

Quattro postazioni previste, due al Poetto, una a Sant'Andrea-Flumini e una a Geremeas-Kal'e Moru. Il bando è regionale, aderisce anche la terza città della Sardegna.



QUARTU SANT'ELENA (CA) - Più sicurezza sugli arenili cittadini. Con quest’obbiettivo l’amministrazione comunale intende individuare le organizzazioni di volontariato idonee e disponibili a collaborare con il servizio di Protezione Civile comunale nelle attività di salvamento a mare, da realizzarsi lungo le spiagge libere del litorale quartese, e ha pertanto avviato una manifestazione d’interesse all’espletamento dell’attività, aperta alle associazioni iscritte nell’apposito registro regionale per la categoria ‘mare’, in possesso di comprovata esperienza nel settore nel triennio 2014-2016.

Le domande devono essere presentate al Protocollo del Palazzo Municipale, corredate dalla dichiarazione attestante i servizi similari resi nel settore del salvamento nell’ultimo triennio e dal progetto che illustri dettagliatamente le modalità di svolgimento della prestazione di volontariato. La scadenza è prevista per le ore 13 del 14 luglio. Alla luce degli studi precedenti sulla sicurezza della spiaggia e in ragione dell’estensione del tratto costiero, nonché del consistente afflusso di turisti e cittadini durante il periodo estivo, è emersa la necessità di allestire per il salvamento a mare quattro postazioni, due delle quali attrezzate per la mobilità dei disabili: due saranno sistemate al Poetto, una in località Sant’Andrea - Flumini e un’altra a Geremeas - Kal’e Moru.

Le postazioni sopra individuate, a causa delle poche risorse disponibili, non consentono la copertura del servizio in tutto il litorale. Pertanto su altre porzioni di spiaggia di limitate dimensioni e meno frequentate l’amministrazione ha previsto, con oneri a proprio carico, la sostituzione e l’integrazione dell’opportuna segnaletica. Il periodo di riferimento indicativo per il servizio è quello che va dal 27 luglio al 20 agosto, con cadenza giornaliera, dalle 10 alle 18. In ogni postazione dovrà essere garantito un assistente abilitato dalla Società Nazionale di Salvamento (S.N.S.), dalla Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.) o dalla Federazione Italiana Salvamento Acquatico (F.I.S.A.). Dovrà inoltre essere assicurata l’assistenza di primo soccorso in supporto e coordinamento ai bagnini e soprattutto il servizio di accompagnamento persone diversamente abili attraverso pedane, con utilizzo della sedia job.

“Abbiamo posto come vincolo l’obbligo di garantire il servizio per l’accompagnamento dei disabili dal parcheggio al bagnasciuga in due postazioni. Una di queste sarà Geremeas - Kal’e Moru, per l’altra sarà quella più vicina alla città compatta. Per rendere possibile il servizio, che verosimilmente non disterà troppo dall’ex Bussola e quindi da viale Colombo, è previsto il posizionamento di una passerella e di una sedia da mare job, con acquisto delle attrezzature a carico dell’associazione affidataria del servizio. Le stesse attrezzature rimarranno poi a disposizione dell’Ente anche per le future stagioni estive”.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it