Cronaca

Sorpresa a Uta, detenuto in cella con lo smartphone

Un uomo detenuto a Uta è riuscito a introdurre in cella un microcellulare. La scoperta è stata fatta dagli agenti della polizia penitenziaria.



UTA - Una perquisizione in carcere ha permesso di ritrovare un micro cellulare nascosto in una cella del carcere di Uta. Lo rende noto il segretario regionale della Uil Polizia Penitenziaria, Michele Cireddu: "E’ sempre piu’ difficile contrastare l’introduzione di nuove tecnologie che possono essere utilizzate dai detenuti per violare le norme e inviare comunicazioni all’esterno per fini illeciti". Ma poi attacca: "Ad una scarsa attenzione sin’ora dimostrata dall’Amministrazione regionale e centrale, la Polizia Penitenziaria dell’Istituto cagliaritano ha risposto dimostrando di essere sul pezzo. Diversi episodi ne hanno messo a dura prova l’operato, un detenuto infatti è stato salvato piu’ volte in extremis da ostinati tentativi di suicidio ed è stato ricoverato in luogo esterno di cura, oggi un altro segnale di forte presenza da parte dei poliziotti che per portare a termine le operazioni si sono sacrificati ad oltranza".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it