Cronaca

Dramma siccità, il Temo è a secco. Stop acqua di notte a Macomer, Bosa, Villanova Monteleone, Putifigari, Bonorva e Pozzomaggiore

Emergenza idrica nell'invaso alimentato da quello di Monteleone Rocca Doria. Abbanoa chiude i rubinetti di migliaia di sardi nelle ore notturne. 25 milioni di metri cubi di oro blu in meno rispetto a dodici mesi fa.



CAGLIARI - Emergenza idrica nell'invaso del tempo, riserve ridotte al 24 per cento delal capienza del lago. Programmate chiusure notturne dell'acqua a Macomer, Bosa, Villanova Monteleone, Putifigari, Bonorva e Pozzomaggiore. A causa della drammatica siccità in atto, si sono notevolmente ridotti i livelli anche nell’invaso di Monteleone Rocca Doria che alimenta il potabilizzatore del Temo. I dati del Distretto idrografico della Regione segnano al 31 luglio scorso una disponibilità inferiore al 24 per cento rispetto alla capienza massima: in pratica circa due milioni di metri cubi in meno rispetto a un mese fa e addirittura oltre 25 milioni di metri cubi in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Di conseguenza la produzione di acqua potabile dall’impianto di Abbanoa subisce una riduzione: dai 260 litri al secondo si passa a circa 225 litri al secondo. Per questo motivo è necessario effettuare chiusure notturne dell’erogazione nei centri interessati: a Bosa da mezzanotte fino alle 6 a Macomer, Villanova Monteleone, Putifigari, Bonorva e Pozzomaggiore dalle 23 alle 5. "È cura delle squadre di Abbanoa contenere quanto possibile gli orari di chiusura in base alle riserve disponibili nei serbatoi e all’andamento dei consumi".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it