Cronaca

"Pedonale e con eventi di sera e nei weekend". Cagliari, la proposta di Confcommercio su via Roma

La chiusura alle auto 24 ore su 24 non piace alla principale categoria di commercianti e imprenditori. Alberto Bertolotti: "Strada pedonale al calar del sole e nei fine settimana".



CAGLIARI - Via Roma, dopo trentotto giorni di sperimentazione pedonale voluta dal Comune, si prepara a riaccogliere le automobili. Per il futuro, l'idea dell'attuale amministrazione comunale è chiara: "Anche rotonda e metro". E, se la prova estiva ha portato anche a polemiche politiche, c'è da registrare la presa di posizione della Confcommercio regionale. Che non boccia l'idea della strada senza le macchine, ma "restringe" giorni e fasce orarie. "Confcommercio Sud Sardegna sostiene l'idea della grande piazza sul mare e sostiene la pedonalizzazione della via Roma. Non fatta nel modo in cui è stata realizzata la sperimentazione. Pur apprezzando il coraggio dimostrato anche in questa occasione dal sindaco Zedda, temiamo stavolta che i costi sociali sostenuti dalla intera comunità siano stati nettamente superiori ai benefici effetti procurati ad un esiguo numero di esercizi cittadini. La chiusura al traffico della strada che collega parti importanti della città deve essere messa in atto con criterio”.

E, se per bocca del presidente regionale, Alberto Bertolotti, alcuni problemi di traffico non sono mancati, la "ricetta" per il futuro è la seguente: "La chiusura al traffico è possibile tutti i giorni, ma non 24 ore su 24". Meglio "vietare gli accessi e il parcheggio negli orari serali e nel weekend, valutando con attenzione gli effetti e coinvolgendo residenti e imprenditori, di chiudere al traffico anche altre strade commerciali limitrofe, come il largo Carlo Felice di cui si è parlato nelle scorse settimane. Serve poi", sostiene Bertolotti, "un programma di animazione cittadina per far tornare i potenziali clienti verso il centro della città e prevedere agevolazioni e supporto per dare la possibilità ai giovani imprenditori, ma non solo, di risollevare quelle serrande ormai chiuse da tempo e che rappresentano un pugno in un occhio nelle strade a maggiore vocazione commerciale in un'area vasta che va dalla via Dante a viale Trieste". Sì totale alla possibilità "di favorire l'uso dei mezzi pubblici attraverso la predisposizione di corsie preferenziali, integrazioni tariffarie parcheggi-bus e sconti sulle tariffe, in alcuni periodi dell'anno, per chi acquista in centro. E servono anche posti auto vicini al centro: non si tratta di un tabù, ma di dare un servizio che ha permesso ai centri commerciali di richiamare i clienti. Avevamo gioito all'idea del tunnel e, secondo noi, non è del tutto da mettere da parte, di qualunque colore politico sia. Solo così la pedonalizzazione può essere accettata come un'opportunità e non solo subita".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it