Cronaca

Cagliari, frode all'Inps: percepisce 45mila euro di assegno sociale ma vive all'estero e spende i soldi in Cina. Incastrata 70enne

Negli anni ha percepito dall'Inps 45mila euro come assegno sociale ma abitava all'estero. Una 70enne di origine argentina, residente a Cagliari, Ŕ finita nella rete della guardia di finanza nell'ambito di un'operazione del nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie. In tutta Italia denunciate 370 persone: l'ente di previdenza risparmierÓ 2,6 milioni all'anno.



CAGLIARI - Il trucco era questo: dichiarare la residenza in una città italiana per percepire l'assegno sociale dell'Inps, 450 euro per 13 mensilità destinati alle persone over 65 che si trovano in condizioni economiche disagiate, salvo poi sparire dall'Italia e vivere in un altro Paese dove però avevano ben altra disponibilità di denaro. E tra i furbetti, se così possono essere definiti, c'è anche una donna di 70 anni di origine argentina, solo formalmente residente nella provincia di Cagliari: avrebbe usufruito indebitamente di emolumenti per 47.000 euro, movimentando però capitali verso la Cina per 95.000 euro. 

E' stata scoperta, assieme ad altre 369 persone, dal Nucleo Speciale Spesa Pubblica e Repressione Frodi Comunitarie della guardia di finanza che ha condotto un'indagine ad hoc. Le attività sono state condotte sull’intero territorio nazionale e hanno consentito di individuare centinaia di cittadini, sia italiani che stranieri che, dopo l’ottenimento dell’assegno sociale, si erano trasferiti all’estero ovvero erano stati sempre effettivamente domiciliati “oltre confine”, non rispettando, pertanto, il requisito essenziale della stabile ed effettiva residenza in Italia e certificando falsamente redditi inferiori alla soglia prevista dalla legge per il conseguimento del beneficio. Continuavano a riscuotere l'assegno sociale attraverso l’accredito su conto corrente oppure ritornando, saltuariamente, in Italia al solo scopo di ritirare le somme allo sportello. Gli autori degli illeciti sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato.

I soldi indebitamente percepiti ammontanto in totale a oltre 10 milioni di euro. L'Inps ha immediatamente sospeso i pagamenti con un risparmio annuo di oltre 2,6 milioni di euro.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it