Cronaca

Miasmi a Quartu, coperto con la terra il 60% della discarica. Delunas pensa alle bonifiche: "Cumuli di rifiuti in altri punti"

A Molentargius vanno avanti i lavori per mettere fine alla grave emergenza ambientale prodotta dal rogo che si è sviluppato sotto terra. Mercoledì i primi risultati sulla qualità dell'area. Delunas: "La Regione deve bonificare il parco".



QUARTU SANT'ELENA - Vanno avanti a Molentargius i lavori urgenti per "soffocare" i fumi tossici che provengono dal terreno su un'area di 7mila metri quadrati del parco nel territorio di Quartu. Gli addetti ai lavori hanno constatato la presenza di una sorta di ‘torba’, circa 40-60 cm di radici, canne e altro materiale vegetale, con presenza di buste di plastica e altro materiale plastico. Sono state realizzate delle trincee per evitare che la combustione possa propagarsi oltre i confini attuali. Ben avviato anche lo spargimento della terra: è stato infatti coperto circa il 60% dell'area.

Intanto l'Arpas ha comunicato che il laboratorio mobile dell’agenzia, necessario alla verifica della qualità dell’aria, è stato posizionato davanti alla scuola media di via Turati e ha iniziato a fare la calibrazione alla mezzanotte di oggi. Domani all'ora di pranzo dovrebbero essere disponibili i dati sul rilevamento delle polveri. 

Una volta terminata la fase di emergenza si dovrà passare a quella delle bonifiche. Il sindaco di Quartu Stefano Delunas chiede che vengano fatte dalla Regione: "E' la proprietaria del Parco - afferma - deve porsi il problema di bonificare non solo l'area interessata dall'incendio, ma anche le aree limitrofe, in direzione di viale Marconi, utilizzate nello scorso secolo, quando ancora non vi erano leggi in merito né sensibilità ambientale, come discarica. E lo stesso discorso vale per il tratto di Parco compreso tra via Colombo e via Fiume, dove sono stati già identificati cumuli di rifiuti". Donatella Spano, assessore regionale all'Ambiente, è d'accordo: "La Regione darà massima disponibilità anche sul piano delle bonifiche con le risorse necessarie e continuerà a fornire il supporto delle strutture regionali per le migliori soluzioni tecniche al problema dei fumi nel Parco di Molentargius".

Intanto da Cagliari parla il vicepresidente del Parco, e sindaco del Capoluogo, Massimo Zedda che in Consiglio comunale ha risposto a un'interrogazione di Pierluigi Mannino (#Cagliari16): "Dopo le bonifiche occorrerà procedere con la recinzione del parco in modo tale da non fare entrare incendiari e per impedire di creare altre discariche". 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it