Cronaca

Viaggio nella Cagliari sotterranea, l'enorme oleodotto nel cuore di Monte Urpinu - FOTO

In anteprima le foto dell'ex deposito dell'Aeronautica di Monte Urpinu che tanti cagliaritani domenica potranno visitare. Si annuncia un boom di visitatori: 800 persone visiteranno l'area. L'organizzazione: "Ricevute oltre 5mila richieste".



CAGLIARI - Otto enormi cisterne lunghe oltre cinquanta metri, tunnel e sottopassaggi interrati, tubature che corrono per decine di chilometri per collegare Cagliari a Elmas e Decimomannu. Un monumento sotterraneo. Si trova a Monte Urpinu, sotto il colle che guarda Molentargius e la Sella del Diavolo. Qui, sotto quindici ettari di terra nascosti nel verde e immobili inutilizzati, c'è l'ex deposito dell'aeronautica militare. Domenica dalle 9 alle 18 circa 800 cagliaritani potranno visitarlo grazie all'apertura straordinaria organizzata dall'associazione Sardegna Sotterranea.

"Una visita gratuita per la prima apertura ufficiale di un bene demaniale sconosciuto ai più - dice Marcello Polastri -, un'ex servitù militare dal valore turistico incommensurabile. I numeri già lo confermano - prosegue -  il 15 settembre abbiamo chiuso le prenotazioni ma abbiamo ricevuto 5826 email di persone che chiedevano di partecipare. Ovviamente non siamo riusciti ad accontentare tutti ma ci saranno altre occasioni. Ringraziamo l’assessorato agli enti locali per averci ascoltato e per la paziente attesa e anche quanti non potranno partecipare in questa apertura che replicheremo a fine ottobre”.

L'Ex deposito ha una storia di circa ottant'anni. Nato negli anni '30 è rimasto in funzione fino al 17 agosto 2007. Serviva per portare il carburante ai mezzi militari che si trovavano negli aeroporti di Elmas e Decimomannu. "C'era un sistema di pompaggio in grado di servire i due aeroporti - spiega Paolo Erasmo, ex militare in pensione che ha lavorato proprio nel deposito - era in grado di trasferire il corrispondente di 20 autobotti di carburante Gp8 dal porto di Cagliari, dove arrivava scaricato dalle nave, ai due aeroporti".

Dopo la chiusura il totale inutilizzo: il bene è rientrato nella disponibilità della Regione e come tante altre ex servitù militari è inutilizzato. Ora, dopo dichiarazioni d'intenti rimaste solo sulle pagine dei giornali, le associazioni spingono per farne un "tesoro" turistico. 

 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it