Cronaca

Quartu. "In ritardo i sussidi per i dializzati"

L’Asnet, Associazione Sarda Nefropatici Emodializzati e Trapiantati, denuncia "gravi ritardi" sull’erogazione dei sussidi ai dializzati da parte del Comune di Quartu. I pazienti potrebbero sospendere la dialisi.



«È da gennaio che cerchiamo un contatto con i servizi sociali del Comune di Quartu, ma ogni nostro quotidiano tentativo è miseramente fallito e non si riesce a parlare con qualcuno preposto nemmeno recandoci agli uffici addetti dell’Amministrazione". Lo afferma Giuseppe Canu, presidente dell’Asnet preoccupato del fatto che è ancora in forte ritardo il pagamento dei sussidi a favore dei dializzati.

«Il Comune di Quartu, come tutti gli altri comuni della Sardegna - precisa Canu - ha già ricevuto con due acconti i fondi dalla Regione, la prima tranche con determina nel mese di marzo di 606.175,96 euro e un secondo acconto con determina nel mese di giugno di 1.492.403,56 per un totale di 2.098.579,52 euro a fronte di un fabbisogno di circa 3 milioni di euro. Non riusciamo a comprendere - afferma Canu - il ritardo con cui si sta procedendo a soddisfare le necessità dei circa cento pazienti che a giorni alterni sono costretti a recarsi in ospedale e sottoporsi al trattamento dialittico. A questi, si deve sommare anche un numero di trapianti, anche loro costretti a visite mediche periodiche. I contributi assegnati dalla Regione al Comune di Quartu devono essere erogati immediatamente ai destinatari, invece, sono fermi nelle casse comunali da oltre sei mesi».

«Per questo - conclude Giuseppe Canu - consideriamo molto grave sia il silenzio del Comune, sia l’inerzia degli uffici ad avviare le procedure di erogazione dei sussidi. Un atteggiamento al limite della denuncia per omissione d’atti d’ufficio».

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it