Cronaca

Mattarella in Sardegna, pensiero sui ragazzi: "Ferita nazionale se rinunciano allo studio perchŔ poveri"

Il presidente della Repubblica interviene all'inaugurazione dell'anno accademico dell'UniversitÓ di Cagliari: "Contributo della ricerca fondamentale per l'Italia, ogni giovane deve poter studiare".



CAGLIARI - "Un solo giovane che rinuncia allo studio perchè non ha abbastanza soldi rappresenta una ferita nazionale". A dirlo è Sergio Mattarella. Il presidente della Repubblica, durante il suo giorno in terra sarda, interviene durante le celebrazioni del nuovo anno accademico dell'Università di Cagliari. E il pensiero rivolto ai ragazzi che, a causa di questioni economiche, non possono avvicinarsi al mondo della cultura, c'è tutto. "L'Università fornisce un grande contributo a tutto il Paese, serve una nuova stagione culturale. Fatti come quelli capitati in Austria o in Spagna devono portare tutti alla consapevolezza che bisogna ascoltare e rispettare le idee altrui".

Prima del suo intervento in rettorato, che arriva a sorpresa in quanto non previsto dalla scaletta, spazio al riconoscimento e all'apprezzamento di un artista-simbolo dell'Isola, Pinuccio Sciola. Maria Del Zompo, numero uno dell'Ateneo, mostra infatti al Capo dello Stato un'opera dello scultore di San Sperate scomparso poco più di un anno fa. La Del Zompo si è messa a "suonare" una delle pietre di Sciola, e Mattarella ne è rimasto piacevolmente colpito.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it