Cronaca

Freddo e vento anche in Sardegna, ecco Attila

Attila punta l'Italia. L'irruzione artica che tra pochi giorni investirà il Belpaese è destinata a lasciare il segno: nubifragi, crollo termico, ma soprattutto venti forti o localmente molto forti, con raffiche a 100 km/h.



Le province più interessate da piogge abbondanti e insistenti per molte ore saranno il Ravennate, Forlivese-Cesenatico, Riminese, Bolognese, Fiorentino e Aretino montuosi, Pesarese-Urbinate. Questi settori - spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it - saranno sferzati da vento fortissimo di Bora, che potrebbe causare danni alle strutture. Martedì saranno Marche, Abruzzo e Molise le regioni più colpite da piogge insistenti e abbondanti. Prestare attenzione, sia a cose che alle persone. Su Messinese e Reggino tirrenici le precipitazioni potranno risultare abbondanti con locali nubifragi. Qui il vento forte spirerà di Ponente e poi Tramontana.

Il vento freddo di Nordest inizierà a soffiare via via più impetuoso dalle prime ore di lunedì. La velocità raggiungerà punte di 100 km/h. Saranno le coste adriatiche, dapprima settentrionali e poi centrali ad essere maggiormente sferzate, con conseguenti mareggiate. Sul mar di Sardegna, e Tirreno il vento di Nordovest soffierà fortissimo fino a 100 km/h. Forti venti di tramontana anche sulla Liguria, specie sui settori centrali, con punte massime di 80-90 km/h.

Sulla Sardegna in particolare fino a martedì si prevedono venti forti da Overst - Nord - Ovest. La ventilazione sarà fino a burrasca forte sulle zone costiere settentrionali ed occidentali. Progressiva attenuazione nel corso della sarata di lunedì 13 a partire dal settore settentrionale.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it