Cronaca

Guerra ai furbetti dei rifiuti. "A Cagliari multe per 30mila euro"

Droni e telecamere contro chi dall'hinterland butta la spazzatura a Cagliari. Sono previsti nel nuovo appalto della raccolta rifiuti che sta per partire. Ma da un anno Ŕ giÓ attivo il servizio di controllo della polizia municipale.



CAGLIARI - "In un anno la polizia municipale ha elevato sanzioni per 30mila euro". Parola del sindaco Massimo Zedda che questa mattina ha presentato in conferenza stampa le ultime novità sull'imminente avvio della nuova raccolta rifiuti porta a porta. E tra queste ci sono anche controlli stringenti contro i furbetti dei rifiuti, di chi, in particolare non residenti buttano la spazzatura a Cagliari. Nel nuovo appalto è previsto l'utilizzo di droni e telecamere e la possibilità, per i cittadini, di denunciare situazioni particolari.

Ma già da un anno a questa parte il Comune ha incaricato la polizia municipale di sanzionare chi arriva dai Comuni vicini, in alcuni è già attivo il porta a porta, e buttare i rifiuti nei cassonetti del capoluogo. I vigili hanno già comminato sanzioni per circa 30mila euro. "E' sicuramente un deterrente" ha proseguito il sindaco che ha poi allargato il ragionamento sulla nuova gestione dei rifiuti: "Con l'eliminazione dei cassonetti aumenterà la percentuale di raccolta differenziata, in prospettiva l'idea è differenziare di più e usare la quota di differenziata perché diventi una ricchezza e non un costo. È una delle piccole rivoluzioni che impatteranno di più sulla vita delle persone".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it