Cronaca

Incitava al Jihad in carcere, algerino rimane a Badu 'e Carros

Un uomo di di nazionalità algerina, 56 anni, è stato fermato nel carcere di Nuoro perché accusato di incitare al Jihad. L'uomo, prima nel penitenziario di Bancali Sassari e poi in quello di Badu 'e Carros a Nuoro, avrebbe avuto degli atteggiamenti che, con il suo fare da imam come lui stesso si era proclamato, indicavano un costante comportamento rivolto a favorire il radicalismo islamico.Il fine era quello di indottrinare e quindi successivamente formare altri detenuti con il fine di un obbiettivo ben preciso, quello di commettere atti di terrorismo.



Ultimo aggiornamento: