Cronaca

Peste suina, uccisi 111 maiali tra Villagrande e Talana ma solo il 5,6% era affetto da virus

Sono risultati sieropositivi il 5,6% dei campioni raccolti sui 111 suini allo stato brado illegale, abbattuti lo scorso 30 dicembre nelle campagne di Villagrande Strisaili e Talana durante una operazione di depopolamento di maiali irregolari, di ignota proprietÓ e senza controlli sanitari, portata avanti dall'UnitÓ di Progetto (UdP) per l'eradicazione della Peste suina africana in Sardegna.



I dati sono stati comunicati all'UdP dall'Istituto zooprofilattico sperimentale (IZS) che ha eseguito le analisi di laboratorio. Si tratta del dato più basso riscontrato in queste ultime settimane fra i suini irregolari depopolati, dove la forbice di sieropositività oscillava invece tra il 71.6% e il 100% dei campioni.

"Che la sieropositività riscontrata sia più bassa, ma sempre presente, rispetto agli animali bradi fin qui testati – hanno spiegato dall'IZS –, è probabilmente riconducibile al fatto che i suini depopolati facevano parte di branchi isolati. Il riscontro di capi sieropositivi alla malattia conferma tuttavia l'elevatissimo rischio di PSA presente in quelle zone". L'IZS ha poi precisato che "se questi gruppi di animali fossero stati tenuti in allevamenti registrati, recintati e sottoposto a regolari controlli sanitari, sarebbero in larga parte ancora in vita. La loro situazione di illegalità ha impedito un adeguato monitoraggio e imposto invece un tipo di intervento dettato dalla normativa vigente in materia di sanità animale e di eradicazione della PSA".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it