Cronaca

Pratosardo: una nuova base per l'Esercito Italiano

Nasce la nuova caserma di Pratosardo: il Sindaco di Nuoro ha consegnato ufficialmente al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Graziano, le chiavi della nuova installazione che accoglierà l'esercito italiano in territorio nuorese.



L'inaugurazione si inserisce nel quadro del protocollo d'intesa tra Ministero della Difesa e Regione Sardegna firmato lo scorso 18 dicembre tra il Ministro Pinotti e il Presidente Pigliaru.

Contestualmente al passaggio della caserma di Pratosardo, che è andata dal Comune alla Difesa, è stato avviato il rilascio della caserma Loy che sarà riconsegnata alla città entro agosto e diventerà la sede del Consorzio Universitario Nuorese.

Tra le autorità locali presenti, il Presidente della Regione, Francesco Pigliaru, che, insieme al Sindaco di Nuoro, ha voluto rimarcare l'importanza della giornata, parlando di "occasione storica per il territorio".
Sul rilascio della caserma Loy, che ha definito "un obiettivo atteso da vent'anni", Francesco Pigliaru ha spiegato che da domani i tecnici potranno accedere alla struttura per l'avvio della progettazione della sede universitaria, cosa che consentirà la riqualificazione di una importante area, cui sono già stati destinati circa 14 milioni, di cui oltre 5,5 milioni di fondi regionali per la realizzazione di alloggi per studenti, impianti sportivi e zone verdi per la città”.
Il Generale Graziano ha esordito nel suo intervento affermando che "la grande partecipazione a questa cerimonia è il segno di quanto sia importante per questo territorio la presenza dei nostri militari. Una testimonianza del particolare legame esistente tra la Sardegna e le Forze Armate".

La realizzazione dell'installazione militare è stata possibile grazie ad un accordo di programma tra Ministero della Difesa, Ministero dell'Economia, Regione Sardegna e Comune di Nuoro, mediante il quale il Demanio militare completerà la cessione al Comune della Caserma "Loy", nel centro città, destinata a ospitare il nuovo campus universitario. L'infrastruttura di Prato Sardo, invece, accoglierà un distaccamento di uno dei reggimenti della Brigata "Sassari": si tratterà di una unità militare di nuova costituzione, che prevederà, a regime, oltre 250 nuovi militari effettivi, oltre ai 40 dipendenti civili oggi presenti alla "Loy".

Nel corso della cerimonia, il Capo di Stato Maggiore della Difesa ha più volte sottolineato lo speciale rapporto tra la Sardegna e i militari, testimoniato "dalla presenza sul territorio regionale di circa 6.500 militari delle tre Forze Armate, distribuiti in circa 150 caserme. Una presenza che costituisce non solo un'importante opportunità professionale per i giovani sardi, ma anche un rilevante impatto sul tessuto socio-economico dell'isola".
"L'apertura di questa nuova caserma dell'Esercito – ha concluso il Generale Graziano - rappresenta un ulteriore rafforzamento di quella relazione speciale che esiste tra la gente di Sardegna e i Dimonios della Sassari, una Brigata che è un'eccellenza delle Forze Armate, ed è nostro interesse che questa particolare connessione, dalle profonde e consolidate radici storiche ed identitarie, venga preservata".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it