Cronaca

Omicidio di Orune: ipotesi di favoreggiamento per oltre 30 persone

La Procura di Nuoro ha notificto oltre trenta avvisi per favoreggiamento nei confronti di persone collegate al Comitato per la festa di "Cortes Apertas". Avrebbero omesso di raccontare particolari in merito alla rissa del 14 dicembre 2014, favorendo,così, la posizione di Cubeddu e Pinna.



Sono oltre trenta le persone accusate di favoreggiamento in merito all'omicidio di del dicianovenne di Orune. Le stesse persone che nella sera tra il 13 e il 14 dicembre 2014 erano nella sala da ballo del paese mentre era in corso la festa per “Cortes Apertas”, luogo della rissa collegata all'omicidio di Gianluca Monni, lo studente ucciso ad Orune mentre aspettava il bus per andare a scuola l'8 maggio 2015.

L'ipotesi di reato per tutti è favoreggiamento: avrebbero omesso particolari agli inquirenti durante gli interrogatori, su come sono andate le cose quella sera, aiutando quindi Paolo Enrico Pinna, 19 anni di Nule - condannato in primo e in secondo grado a 20 anni di reclusione per l'omicidio dello studente e per quello di Stefano Masala, scomparso la sera prima dell'omicidio e mai rientrato a casa - e Alberto Cubeddu, 22anni di Ozieri, a processo a Nuoro per i due omicidi.

Gli indagati sarebbero i componenti del comitato del Carmelo che ha organizzato la festa.
Riprende domani, alla Corte d'assise di Nuoro, il processo che vede imputato Alberto Cubeddu, accusato di essere coinvolto negli omicidi di Gianluca Monni e Sefano Masala.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it