Cronaca

Multa di 4 mila euro per pesca illegale di ricci

Multa di 4 mila euro per due uomini di Porto Torres: stavano per invasettare polpa di ricci raccolti illegalmente. I due pescatori hanno prelevato ben 711 esemplari di riccio di mare, sebbene la legge preveda la pesca di massimo 50 esemplari a persona



I due sono stati fermati nel litorale di Stintino, identificati e sanzionati dagli agenti della Stazione Asinara del Corpo forestale, che hanno anche sequestrato l'attrezzatura e liberato in mare gli esemplari ancora vivi.

I due, pescatori sportivi e professionisti, sono stati sorpresi tra le località di Coscia di Donna e di Ercoli. Ai due è stato inoltre contestato di aver pescato gli echinodermi con attrezzi non consentiti (rampini): il Corpo forestale ricorda infatti che, per la migliore tutela della specie, i ricci possono essere raccolti solo manualmente. L'operazione, che ha visto nella giornata l'azione di tre pattuglie, ha avuto la collaborazione della Compagnia Barracellare di Stintino.

L'attività del Corpo forestale e di vigilanza ambientale è orientata non solo alla tutela del patrimonio ittico e ambientale della Sardegna ma anche a quella dei consumatori. Si fa appello al consumo responsabile, con il conseguente rifiuto di acquistare la polpa di riccio invasettata senza etichettatura e dei ricci sotto la misura minima di cinque centimetri, aculei esclusi.


Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it