Cronaca

Delitto di Sassari: giovane reo confesso arrestato per omicidio

Arrestato l'omicida del giovane calciatore di Sassari. Ha confessato di averlo ucciso e per lui è scattata l'accusa di omicidio volontario.



Si tratta di un 25enne di Carbonia, ma residente anche lui a Ottava, come la vittima.


L'omicidio è avvenuto nei pressi del campo sportivo di Sassari, nella frazione di Ottava, il calciatore Nicola della Morte, dopo aver passato la serata al circolo sportivo con alcuni amici, si è intrattenuto fuori dal locale con l'omicida, quando è stato accoltellato mortalmente al cuore.
Il giovane reo confesso sta collaborando con la polizia: è stato interrogato per ore in Questura a Sassari dove ha fatto le prime ammissioni, indicando anche il luogo non lontano dal circolo sportivo, dove aveva nascosto il coltello usato per il delitto.


E' stato bloccato sull'auto di un amico che lo aveva convinto a costituirsi e lo stava accompagnando in Questura.


Il movente sembrerebbe essere un regolamento di conti e non un diverbio banale, come sembrava in un primo momento. L'omicida aveva già avuto discussioni con la vittima. Una lite tra i due che si trascinava da almeno un mese, con vari episodi di aggressioni verbali e calunnie.


Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Squadra Mobile, la notte del delitto l'arrestato è uscito di casa con due coltelli da cucina in tasca, proprio per raggiungere il suo rivale al circolo della Polisportiva Ottava. Questa circostanza è al vaglio degli inquirenti.

Il Sindaco di Sassari, sprime così il suo cordoglio:

«L'omicidio di Nicola Della Morte mi colpisce profondamente, sia per le circostanze in cui è avvenuto che per la giovane età della vittima. Come sindaco esprimo il più profondo cordoglio, a nome mio e della città, per una tragedia che tocca l'intera comunità sassarese. Come uomo, e come padre, non posso che essere vicino alla famiglia e agli amici per la loro perdita».
 
Ultimo aggiornamento: