Cronaca

Rinvenuti due ceppi d’ancora romana al largo di Sant’Elia

Ritrovati ad una profondità di circa 40 metri, dal Nucleo Carabinieri Tutela del Patrimonio.



Eccezionale ritrovamento nelle acque antistanti il Capo S. Elia di Cagliari. A una profondità di circa 40 mt. sono stati individuati e recuperati due ceppi d’ancora in piombo di epoca romana del periodo tardo repubblicano, tra I sec. a.C. – II sec. d.C., della lunghezza di 135 cm.


Nel corso degli ultimi mesi il Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e quello Subacquei della Compagnia di Cagliari, in collaborazione con funzionari e tecnici responsabili di archeologia subacquea della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Cagliari, hanno effettuato una serie di servizi di controllo e monitoraggio delle aree marine protette, nonché dei siti archeologici subacquei del sud Sardegna.

Il piano di controllo è stato predisposto al fine di prevenire e reprimere gli illeciti in danno del patrimonio paesaggistico costiero e delle bellezze naturalistiche ed archeologiche delle acque della Sardegna.


L’importante ritrovamento è stato effettuato nel corso di uno di quei servizi.


I reperti recuperati rivestono un notevole interesse storico-scientifico e sono attualmente in fase di studio da parte dei funzionari archeologi della Soprintendenza di Cagliari.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it