Cronaca

Baia Sardinia. Massacrata di botte e uccisa dopo un festino

Una donna marocchina di 34 anni residente ad Arzachena, è stata massacrata di botte ed è morta dopo il ricovero in Ospedale.



L’episodio è avvenuto durante un festino in una casa sulle colline di Baia Sardinia, vicino ad Arzachena.

La donna era stata ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale Giovanni Paolo II di Olbia, dove è morta nella notte.
Si indaga sull’assunzione di droga e alcol durante la festa privata.

Sono stati fermati dai carabinieri con l'accusa di omicidio due connazionali, un 40enne e un 36enne.

I due marocchini in stato di fermo con l'accusa di omicidio sono entrambi residenti nel nord dell'isola, dove viveva anche la vittima. Secondo una prima ricostruzione, l'aggressione risalirebbe alla notte tra domenica e lunedì.

Nel corso di un litigio la donna sarebbe stata colpita con un pugno in pieno volto. La donna sarebbe poi stata oggetto di ripetuti calci, pugni fino al massacro. La testa sarebbe stata sbattuta con violenza contro i sanitari del bagno di casa.

I due avrebbero agito in preda ai fumi di alcol e droga.

Sulla vicenda indagano i carabinieri del comando provinciale.

 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it