Cronaca

Nuoro. Droga all’ingresso del carcere Badu e Carros

Grazie al fiuto del cane antidroga, fermata una madre di un detenuto.



I conduttori cinofili antidroga del Distaccamento Regionale della Polizia penitenziaria su disposizioni impartite dal Nucleo Regionale Cinofili del Provveditorato dell’Amministrazione penitenziaria della Sardegna hanno effettuato, unitamente ai poliziotti penitenziari del Reparto della Casa di Circondariale di Badu ‘e Carros di Nuoro, dei controlli su tutto ciò che comporta il servizio dei colloqui detenuti con i propri familiari.

In tali controlli grazie al fiuto del cane Jedro, all’ingresso della sala colloqui, è stata fermata una signora, madre di un detenuto, che veniva immediatamente controllata ma senza poi un esito positivo. Il controllo si è poi esteso all’auto della stessa dove all’interno sono state intercettate varie dosi di droga.

Varie le dosi di cocaina e hascisc sequestrate. All’interno dell’auto vi era un altro componente della famiglia che è stato identificato e poi, unitamente agli altri, segnalato all’Autorità Giudiziaria per possesso di sostanze stupefacenti. L’attività di polizia è stata coordinata dal Comandante di Reparto e dal Sottufficiale responsabile del servizio colloqui detenuti.

Ultimo aggiornamento: