Cronaca

Assemini. Scoperto dai NAS un macello e un caseificio abusivo, denunciato un allevatore

Il valore complessivo e dell'intero sequestro è di circa 400mila euro.



Macellava abusivamente animali e produceva formaggi e salumi senza avere alcuna autorizzazione. Lo hanno scoperto i carabinieri del Nas e della Stazione di Assemini. Denunciato il proprietario della struttura, un allevatore di 59 anni.


I carabinieri hanno individuato la struttura adibita a caseificio e all'interno sono stati trovati spicchi e forme di formaggio per un peso complessivo di circa 800 kg. Un altro dei locali era stato adibito alla macellazione e lavorazione delle carni fresche. Anche questa attività era espletata senza alcuna autorizzazione e comunicazione all'autorità sanitaria.


Nel locale all'interno di un'altra cella frigorifera, sono state trovate carni fresche bovine, per un peso complessivo di oltre 100 kg, risultate macellate poco tempo prima, sprovviste di qualsiasi tipo di indicazione utile a verificarne la provenienza e l'idoneità igienico sanitaria.
Infine in un'altra cella frigorifera sono stati rinvenuti salumi e insaccati di vario genere, per un peso complessivo di circa 120 kg, anche questi completamente privi di documenti sulla tracciabilità e certificazioni sanitarie.


L'intera struttura adibita a caseificio, comprese le attrezzature e i macchinari, le celle frigorifere contenenti il formaggio e i salumi sono state sequestrate amministrativamente, mentre il locale dove avveniva la macellazione e la cella frigorifera con le carni fresche sono, invece,state sottoposte a sequestro penale. Il valore complessivo e dell'intero sequestro è di circa 400mila euro.


Ultimo aggiornamento: