Cronaca

Trichinellosi: condanna per il Sindaco di Orgosolo e due assessori

Accusati di aver falsificato certificati di un allevatore risultato poi fittizio



Il processo a Nuoro legato trichinellosi in territorio di Orgosolo, si è concluso con la condanna del sindaco di Orgosolo e di due ex assessori comunali.
La malattia colpisce soprattutto i suini e nel gennaio 2011 mandò all'ospedale un'intera famiglia per aver mangiato carne di maiale infetta.

La giudice ha inflitto sei mesi al primo cittadino per favoreggiamento, un anno e 4 mesi e un anno ai due compaesani, all'epoca dei fatti assessori al Commercio e all'Ambiente, entrambi accusati di falso in atto pubblico.


L'inchiesta era partita a seguito di una segnalazione anonima che aveva posto dei dubbi sull'esistenza di un allevatore, tale Antonio Balia, il quale, in base a un'ordinanza firmata dal sindaco, aveva presentato al Comune una scheda e i campioni di diaframma di un maiale abbattuto per eseguire le analisi, che poi avevano confermato la presenza di trichinella.


Ma quel Balia, per l'anagrafe comunale non era mai esistito e la scheda era stata firmata dall'allora assessore al Commercio utilizzando il nome inventato, per coprire che quei campioni arrivano proprio dal suo allevamento.


La stessa tecnica, a detta del Pm, era stata impiegata anche dall'altro assessore per compiacere il suo collega, a cui premeva mantenere l'anonimato sulla proprietà dei suini macellati abusivamente. Gli inquirenti hanno poi accertato che il sindaco era presente al momento del ritiro delle carcasse dei maiali schedati sotto falso nome per lo smaltimento, da qui l'accusa per lui di favoreggiamento.

Ultimo aggiornamento: