Cronaca

Pastore disperso nel Sarrabus, continuano le ricerche con l'aiuto di un drone

Al fianco di forze dell'ordine e vigili del fuoco anche il soccorso alpino.



Anche il Corpo nazionale soccorso di alpino speleologico della Sardegna, è intervenuto a Castiada nelle ricerche del servo pastore diserso dal due giorni.


Sono, infatti, ancora in corso le ricerche di N.S. di 36 anni, pastore di origini campane, disperso dal 10 ottobre, il cui ultimo avvistamento risale alle 17.30circa nella loc. Bau Arena, nelle campagne di Muravera.
L’uomo si trovava nei pressi dell’ovile, nella parte a monte del rio “Sa Figu” durante l’ondata di maltempo che ha interessato l’area del Sarrabus. E’ proprio lungo il rio che si sono concentrate le ricerche che hanno coinvolto 30 tecnici provenienti dalle stazioni speleo e alpina di Cagliari e Iglesias i Carabinieri della Stazione di San Vito e il Corpo Forestale di V.A e il personale del C.N.dei VV.F.


All’interno del corso d’acqua hanno operato sei tecnici, supportati all’esterno dal restante personale e dal drone messo a disposizione dai VVF. Sono state impiegate inoltre due unità cinofile per la ricerca di superficie che hanno perlustrato le due sponde del corso d’acqua. Le squadre sono state coordinate dal Centro di Coordinamento Mobile in dotazione al CNSAS Sardegna,un mezzo di soccorso all’avanguardia nell’ambito ella geolocalizzazione congiuntamente ai Vigili del Fuoco.

Le operazioni di ricerca si interromperanno intorno alle 19 per riprendere
domattina all'alba.




Ultimo aggiornamento: