Cronaca

A Carbonia fermato con un'ascia nell'auto e a Piscinas una denuncia per furto ad un distributore di tabacchi

I Carabinieri hanno denunciato un uomo sorpreso con un'ascia dentro l'auto e hanno denunciato un 19enne di Giba per furto ad un distributore di tabacchi



I carabinieri di Carbonia a seguito di controlli stradali hanno fermato un 33enne, disoccupato, già noto alle locali forze di polizia, mentre a bordo della sua mercedes percorreva una via del centro cittadino. Insospettiti dall'atteggiamento di sfida e dall'agitazione manifestata dal giovane, i carabinieri del radiomobile hanno approfondito l'accertamento e all'esito della perquisizione, hanno trovato, occultata nel vano porta ruota di scorta, un'ascia lunga 28 cm. Per il 33enne, che non ha fornito giustificazioni valide in merito, è scattata la denuncia.

Sempre nell'ambito dell'intensificazione dei servizi mirati al contrasto dei reati predatori, i Carabinieri della stazione di Giba sono riusciti ad identificare l'autore del furto al distributore automatico di tabacchi di Piscinas, avvenuto nella notte di giovedì scorso. I militari, al termine di tutti gli accertamenti investigativi condotti anche mediante la visione delle immagini della video sorveglianza presente sul luogo del reato, hanno denunciato un giovane di 19anni, originario di Carbonia ma residente a Giba, per furto aggravato. I carabinieri hanno appurato che il giovane nella notte di giovedì scorso, dopo aver infranto con un martello il vetro del distributore automatico della rivendita di tabacchi di Piscinas, ha rubato 5 confezioni di tabacco  marlboro e 10 confezioni di marijuana di libera vendita. Il giovane, disoccupato e con precedenti penali è stato denunciato per furto aggravato.

I carabinieri della compagnia di Iglesias, al termine delle indagini, hanno individuato i responsabili di furto e tentato furto, avvenuti al supermarket “Nonna Isa – la Rotonda” di Villaspeciosa.
Il primo episodio risale al 21 settembre scorso, quando nottetempo i due extracomunitari, individuati come gli autori del furto, incensurati e regolarmente residenti nella Provincia del Sulcis, sono riusciti ad appropriarsi del fondocassa del supermercato per un totale di circa 2mila euro; l'altro episodio, invece, nella nottata di ieri.
Presso il loro domicilio, i militari hanno rinvenuto esattamente gli stessi abiti griffati indossati dai due e ripresi dai filmati di videosorveglianza, compreso un cappellino di una nota squadra di calcio francese, utilizzato da uno dei due nel tentativo di celare il volto. Messi alle strette, i due hanno confessato di essere i responsabili dei furti e hanno raccontato che in entrambi i casi sono riusciti a forzare una porta posta sul retro, ma mentre nel primo caso hanno agito indisturbati, nella notte di ieri l’allarme, scattato tempestivamente, ha consentito loto di arraffare solo poche cose tra i generi alimentari, salvando così il denaro contante. I due sono stati arrestati.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it