Cronaca

Regione. Fondi a 33 Comuni montani per frotnteggiare le spese legate alla neve

Ammonta a 500mila euro il programma annuale 2019 per l'assegnazione di risorse ai Comuni montani per far fronteggiare le emergenze legate allo sgombero della neve.



Lo stanziamento è stato approvato dalla Giunta regionale su proposta dell'assessora della Difesa dell'Ambiente Donatella Spano. "L'intervento è  destinato a supportare i Comuni  montani, secondo la classificazione  altimetrica fornita dall'ISTAT, nel fronteggiare le emergenze invernali legate alla neve e al ghiaccio. La legge regionale di stabilità 2019,  infatti, ha precisato l'ambito di applicazione di questo intervento per dare una risposta a territori  chiamati a far fronte a spese straordinarie per provvedere allo sgombero della neve e del ghiaccio per garantire la sicurezza e, cosa non meno importante, la prosecuzione delle normali attività". Nella legge sono stabiliti anche i criteri di ripartizione dei fondi stanziati dal bilancio regionale 2019 tra i Comuni montani:  il 40 per cento delle risorse viene suddiviso in parti uguali, mentre il restante 60 per cento  va attribuito su base demografica.


Sono 33 i Comuni beneficiari: Alà dei Sardi, Anela, Aritzo, Arzana, Belvì, Bitti, Buddusò, Bultei, Desulo, Esterzili, Fonni, Gadoni, Gavoi, Lodine, Lula, Mamoiada, Ollolai, Onanì, Orgosolo, Orune, Osidda, Ovodda, Pattada, Sadali, Sarule, Seui, Seulo, Talana, Tiana, Tonara, Urzulei, Ussassai e Villagrande Strisaili.

Ultimo aggiornamento: