Economia e Lavoro

Abbanoa, approvato il bilancio: debito da 12,5 milioni

Passivo di oltre 12,5 milioni di euro, più o meno in linea con i numeri del 2010. Sono le cifre del bilancio 2011 di Abbanoa, gestore unico del servizio idrico in Sardegna, approvato oggi dall'Assemblea dei soci: diminuiscono, ma restano comunque ingenti i debiti con le banche, mentre aumentano ancora quelli con i fornitori.

CAGLIARI - Passivo di oltre 12,5 milioni di euro per Abbanoa: diminuiscono, ma restano comunque ingenti, i debiti con le banche (120 milioni), mentre aumentano ancora quelli con i fornitori (249 milioni). Sono le cifre del bilancio 2011 di Abbanoa, gestore unico del servizio idrico in Sardegna, approvato oggi dall'Assemblea dei soci. La Regione ha confermato la ricapitalizzazione per circa 14 milioni, e questo rappresenta una boccata d'ossigeno. L'amministratore unico Carlo Marconi ha assicurato che con il piano aziendale di ristrutturazione si avranno benefici a partire dal 2013. Il bilancio consuntivo 2011 è stato approvato con il 99,42 per cento di voti favorevoli e lo 0,58 di astenuti, dall’assemblea degli azionisti (Comuni e Regione). E’ la prima volta - si legge in una nota nel sito di Abbanoa - che il documento finanziario viene approvato nei tempi stabiliti per legge. "Pur in attesa della definizione della capitalizzazione della società - si legge - c'è una sostanziale tenuta economica del sistema con diversi indicatori positivi che preludono un’inversione di tendenza rispetto alle criticità del passato. E’ aumentato il fatturato che è passato da 205 milioni di euro nel 2010 a 206 milioni nel 2011. In netto miglioramento l’allineamento delle fatturazioni ai periodi di consumo reale che riguarda ormai l’88,7 per cento dei clienti. Anche gli incassi sono cresciuti complessivamente da 159 milioni di euro a 185 milioni, come pure il recupero crediti passato da 23 milioni del 2010 a oltre 48 milioni del 2011. Tutto ciò ha comportato un aumento della copertura dei costi del servizio: dal 67 per cento all’82 per cento".
Ultimo aggiornamento: