Economia e Lavoro

Cassa integrazione, c'Ŕ l'accordo ma i fondi sono pochi

E' stato raggiunto un accordo stamane tra Regione e sindacati sulla cassa integrazione per i lavoratori sardi. I fondi a disposizione tuttavia potrebbero non bastare a causa dei tagli da parte dello Stato. Il presidente di Confapi(confederazione della piccola industria), Francesco Lippi:"Situazione disastrosa, dal governo uno schiaffo. Lavoriamo tutti insieme per un nuovo progetto di sviluppo in Sardegna"

CAGLIARI - "Se possiamo esprime un giudizio positivo sulla stesura finale del documento e sul rapporto assolutamente collaborativo tenuto dalla Regione Sardegna attraverso l'Assessore Liori, altrettanto non possiamo dire sul comportamento assolutamente riprovevole tenuto da parte del Governo nazionale in relazione alle risorse disponibili, oggi appena sufficienti a soddisfare il 50% delle necessità". Lo dice il presidente di Confapi Sardegna, Francesco Lippi al termine della riunione con la Regione per l'accordo sulla deroga degli ammortizzatori sociali.

"Ci troviamo - dice ancora Lippi - in una situazione paradossale, delicata e pericolosa. Manca un progetto di sviluppo complessivo che possa rimettere in gioco investimenti privati e realizzazioni di opere pubbliche strategiche per rendere appetibile la nostra regione, risolvendo gradualmente il problema del lavoro, oggi drogato dal ricorso sempre più massiccio degli ammortizzatori sociali".

Per questo Lippi fa appello affinché "tutti insieme, istituzioni, organizzazioni datoriali, sindacati, lavoriamo per modificare questo corso negativo, senza prevaricazioni. La Sardegna non può più permetterselo".                                                                     

Ultimo aggiornamento: