Economia e Lavoro

Turismo, la Gallura modello di sviluppo per tutta la Sardegna

Diciassette i Comuni coinvolti per valorizzare le potenzialità del territorio nord isolano. Dal clima all'ambiente, spazio anche all'agroalimentare. Il vero motore della ripresa sarda, per la Regione, può arrivare proprio unendo le forze.



TEMPIO PAUSANIA (OT) - La scommessa è integrare e far funzionare alla stessa velocità costa e interno, partendo dalla valorizzazione delle potenzialità turistiche e dando impulso allo sviluppo legato all'agroalimentare, all'allevamento, alla fruizione dei beni culturali e alla filiera del sughero. Il progetto, che gli interessati chiedono sia finanziato con i fondi disponibili con la programmazione territoriale, è stato presentato dalle Unioni di Comuni di Gallura e Alta Gallura con i Comuni di Trinità d'Agultu e Vignola, Valledoria e Viddalba all'assessore della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci, oggi a Tempio Pausania insieme all'assessore del Turismo Francesco Morandi. Nella Palazzina ex Comando con il sindaco di Tempio Pausania Andrea Biancareddu c'erano i presidenti delle Unioni di Comuni dell'Alta Gallura Stefano Pisciottu e della Gallura Luca Montella, il vescovo Sebastiano Sanguinetti, numerosi amministratori locali e imprenditori.

LA MANIFESTAZIONE D'INTERESSE PRESENTATA - Coinvolge 17 Comuni che tra le principali ipotesi di intervento propongono l'adeguamento delle infrastrutture primarie e di viabilità secondaria di accesso al territorio; il miglioramento dell'offerta turistica, sia dal punto di vista formativo che del miglioramento delle infrastrutture di servizio; lo sviluppo di prodotti turistici alternativi all'offerta 'solo mare' (turismo termale, ippico, naturalistico); il potenziamento dei servizi turistici di base e la valorizzazione integrata del patrimonio storico, rurale, culturale e ambientale, anche nell'ottica di rete con la Corsica, sfruttando le opportunità della programmazione transfrontaliera. "Questo territorio sta facendo scelte precise puntando sulle sue vocazioni e chiedendo alla Regione di finanziare un'idea di sviluppo per un territorio molto ampio. Questo è il senso della nuova programmazione territoriale della Regione - ha detto l'assessore Paci -. Nessun bando, nessuna gara fra territori, niente tempi stretti: l'unica regola è che il progetto sia presentato almeno da una Unione di Comuni, c'è tempo per tutta la durata della legislatura. Un progetto che deve arrivare dai territori e non essere calato dall'alto dalla Regione, che firma un pezzo di carta e stanzia denaro senza sapere cosa è davvero utile e fondamentale per quel territorio. Le risorse ci sono, servono le idee. Questo territorio ha tutte le ricchezze possibili - clima, ambiente, agroalimentare - e tutte le carte in regola per valorizzarle attraendo turisti e investitori in tutto il mondo. Il vostro è un ottimo progetto e coinvolge i privati, altro elemento per noi importantissimo".

GALLURA MODELLO DI SVILUPPO - "Oggi è arrivato finalmente il momento delle scelte e la Gallura è chiamata a costruire un progetto di sviluppo strategico, ambizioso e di ampio respiro, destinato ad incidere fortemente sulla vita delle comunità e delle imprese, seguendo le vocazioni territoriali - ha sottolineato l'assessore del Turismo Francesco Morandi -. La Gallura rappresenta il territorio di riferimento per un nuovo modello di sviluppo, il cui filo conduttore deve essere la qualità, l'eccellenza e la sostenibilità". "Turismo anzitutto, ma non solo": secondo l'assessore Morandi è importante investire sulla riqualificazione territoriale, sui servizi, sulle produzioni e sull'agroalimentare, sulla nautica, ma anche nell'educazione e nella cultura perché "l'emergenza educativa di oggi diventa l'emergenza socio-economica di domani. Dobbiamo fare della Gallura un modello di successo, perché il successo della Gallura sarà il successo dell'intera regione".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it