Economia e Lavoro

In Sardegna scioperano 12mila medici. "Il black out della sanitą"

La rabbia di dodicimila medici sardi: domani, mercoledģ 16 dicembre, la categoria si ferma dalle 8 alle 20. Per la prima volta assieme i sindacati spiegano le ragioni dello sciopero e "le contromisure utili alla sopravvivenza di un sistema sanitario equo, di qualitą e alla portata di tutti i cittadini".



CAGLIARI -  Domani mercoledì 16 dicembre 12mila medici sardi si asterranno dal lavoro. Lo sciopero durerà dalle 8 alle 20 e prevede la completa astensione dalle prestazioni eccetto le urgenze.

La classe medica isolana evidenzia una lunga serie di promesse mancate da parte di chi governa a livello nazionale e regionale. “Abbiamo pazientato dieci anni, ma ora la corda si è spezzata. Sono stati capaci di compattarci e ora siamo assieme per garantire la sopravvivenza del sistema” rimarca Raimondo Ibba, presidente dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri della provincia di Cagliari. “Il sottofinanziamento del servizio sanitario nazionale è crescente e comandano i burocrati. Noi - spiega Luigi Mascia, chirurgo pediatrico e segretario regionale Cimo - vogliamo che l'organizzazione sanitaria permetta di dare assistenza di qualità ma loro vogliono quantità: stabiliscono ritmi e tempi, ci trattano come fossimo in una catena di montaggio. Ma così si spende anche di più, soprattutto perché viene a mancare il rapporto medico-paziente”.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it