Economia e Lavoro

Dominio sui traghetti via mare per la Sardegna, i fari dell'Antitrust su Onorato

L'Antitrust ha aperto un'istruttoria nei confronti di Compagnia Italiana di Navigazione, Moby e Onorato Armatori per accertare eventuali condotte abusive delle societÓ del gruppo Onorato nel settore del trasporto marittimo di merci da e per la Sardegna.



CAGLIARI - Il procedimento riguarda l'ipotesi di un abuso di posizione dominante da parte di Compagnia Italiana di Navigazione e Moby che sarebbe stato attuato, in violazione dell'articolo 102 del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea (Tfue), ostacolando con varie modalità l'operatività di una società concorrente in questo settore e minacciando il pieno sviluppo concorrenziale di tali servizi di trasporto marittimo.

Per accertare queste circostanze, nei giorni scorsi i funzionari dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato hanno eseguito una serie di ispezioni, con l'aiuto del Nucleo speciale Antitrust e del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza, nelle sedi delle società interessate e presso una società di spedizioni marittime, ritenute in possesso di elementi utili ai fini dell'accertamento.

LE REAZIONI. "Lo scorso 23 Gennaio con una lettera inviata al Ministro dei Trasporti avevamo sollecitato un intervento per verificare se alcuni comportamenti posti in essere da Tirrenia potevano configurare l'ipotesi di abuso di posizione dominante. Con soddisfazione apprendiamo che l'Antitrust ha aperto un fascicolo nei confronti di Tirrenia, Cin e Moby". Lo afferma il senatore del Pd Silvio Lai commentando la decisione dell'Antitrust ufficializzata questa mattina.

"La nostra segnalazione  - prosegue -riguardava un fatto avvenuto solo pochi giorni prima e riguardava un fatto specifico, quello appunto che viene citato dal provvedimento dell'Antitrust. L'azienda sarda, da trent'anni operante nel settore del trasporto merci da e per la Sardegna, si era vista negare inspiegabilmente il posto nella nave della Tirrenia per la tratta Porto Torres Genova. Si trattava di merci deperibili e dunque il danno subito dall'azienda era stato particolarmente ingente. A preoccupare era stato il fatto che la stessa azienda aveva deciso di utilizzare per i suoi trasporti da Olbia a Livorno anche le navi della Grimaldi. La domanda che avevo posto riguardava la possibilità che i due fatti fossero in qualche modo legati. Le spiegazioni date dalla compagnia di navigazione lasciavano quanto meno aperto il dubbio, da qui la richiesta di verificare con attenzione i comportamenti segnalati". 

Per il deputato Michele Piras del gruppo Sinistra Italiana "l'armatore Onorato, attraverso l'acquisizione della totalità del pacchetto azionario di Tirrenia, ha già realizzato il controllo del 90% delle rotte marittime da e per la Sardegna. Ci chiediamo cosa serva ancora per comprovare una posizione dominante sul mercato, almeno per quanto riguarda l'Isola".

"Bene l'apertura di un'istruttoria per accertare e, nel caso, sanzionare un abuso di posizione dominante da parte di Cin e Moby". Così invece Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia Sardegna. "Sul piano politico – prosegue l'esponente azzurro- rileviamo che il 'sistema Tirrenia', come conosciuto dai sardi, continua ed è, oggi come ieri, un freno allo sviluppo della nostra terra. In due anni – conclude, nonostante l'ordine del giorno approvato dal Consiglio regionale del giugno 2014 dopo una nostra mozione".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it