Economia e Lavoro

Il futuro dei giovani in Sardegna? Nei campi. Lezioni e laboratori nelle scuole medie

Alimentazione, sviluppo sostenibile e colture biologiche. Protagonisti gli alunni delle scuole medie. Agricoltura possibile sbocco lavorativo, ciclo di incontri a Sassari organizzato dalla Coldiretti.



SASSARI - Insegnare il variegato mondo dell’agricoltura e trasmettere agli alunni della scuola media Sacro Cuore i valori di un’alimentazione sana, della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile del territorio come luogo di identità e di appartenenza. Sono questi gli obbiettivi del progetto “Coldiretti arriva nelle scuole” promosso dalla Coldiretti Sassari in collaborazione con l’istituto comprensivo Monte Rosello Basso – Sacro Cuore. L’iniziativa prevede un mini-ciclo di lezioni, suddivise in tre appuntamenti. Si inizia mercoledì 27 aprile con un laboratorio dedicato all’olio extra vergine d’oliva. Professori d’eccezione il direttore della Coldiretti Sassari e Gallura Ermanno Mazzetti, la responsabile del mercato Campagna Amica Lucia Oggiano, il produttore e vice presidente della Coldiretti Sassari Salvatore Sanna e il tecnico analista Serena Sanna. Sabato 21 maggio gli studenti dell’istituto Sacro Cuore assistono all’incontro dedicato all’agricoltura e all’agricoltura biologica. A vestire i panni dei tutor saranno il direttore della Coldiretti Sardegna Luca Saba, il direttore della Coldiretti Sassari e Gallura Ermanno Mazzetti, la responsabile del mercato Campagna Amica Lucia Oggiano e i proprietari dell’agriturismo Natura Bio Daniela ed Enrico Boi. L’ultimo appuntamento è fissato per sabato 28 maggio e si svolge nel mercato Campagna Amica dell’Emiciclo Garibaldi, con tanto di fattoria didattica.

"Siamo felici di poter trasferire una piccola parte del nostro sapere verso gli studenti della scuola media di via Pavese e piazza Sacro Cuore", afferma il direttore della Coldiretti Sassari e Gallura, Ermanno Mazzetti. "Con questo ciclo di incontri speriamo di sensibilizzare i ragazzi sul tema dell’alimentazione e dello sviluppo sostenibile". Il presidente della Coldiretti Sardegna, Battista Cualbu, spiega che "si tratta di un progetto dallo spiccato valore culturale e formativo, capace di fornire alle nuove generazioni le basi per diventare consumatori consapevoli. Negli ultimi anni abbiamo intensificato gli incontri con le scolaresche e con i loro insegnanti e, grazie al loro aiuto, siamo stati in grado di realizzare dei piccoli seminari sulla tutela del territorio". 

Il dirigente scolastico Vittorio Sanna, esprimendo pieno gradimento all’iniziativa, dichiara: "Il progetto si integra pienamente con la vasta progettualità in corso nell’istituto sull’articolato e importante tema dell’educazione alla salute. Dal progetto europeo Erasmus Plus in cui il nostro istituto è capofila di una rete di scuole appartenenti a sette nazioni, alla stretta collaborazione con l’ASL e altre agenzie educative del territorio. Il tutto coadiuvato dal dinamismo e dalla passione della Consulta dei Genitori, di nuova formazione e molto attiva nel campo dell’educazione ambientale e della promozione di comportamenti di cittadinanza attiva". All'orizzonte anche la firma di un protocollo d'intesa triennale tra scuola e Coldiretti, finalizzato a una programmazione triennale d’interventi dentro una dimensione verticale, dalla scuola dell’infanzia alla scuola media.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it