Economia e Lavoro

Olbia regge agli scioperi e ai tagli dei voli. Il Costa Smeralda si conferma primo aeroporto

Rialzo di 40mila passeggeri rispetto a giugno 2015, in un mese sfiorata quota 400mila. In crescita soprattutto il mercato internazionale, Francia e Inghilterra "nazioni-clienti" affezionati.



OLBIA - Proteste e scioperi di Meridiana, unite all'incertezza generale legata al mondo del trasporto aereo da e per l'Isola non preoccupano minimamente l'aeroporto del capoluogo della Gallura. Anzi, i numeri sono tutti in aumento: fioccano i più davanti alla voce arrivi e presenze nello scalo del Costa Smeralda. A riprova, ancora una volta, che è ormai diventato l'attracco principale per chi arriva in Sardegna guardando le nuvole dai finestrini.

Nel mese di giugno sono transitati circa 400mila passeggeri, il 14 per cento in più (40984) rispetto allo scorso anno. Il mercato domestico, con oltre 171mila passeggeri, evidenzia una crescita del 10 per cento (più 15871), mentre il mercato internazionale, 168127 passeggeri, cresce di diciassette punti percentuali. Tra i mercati che registrano la crescita maggiormente significativa, da segnalare la Francia,l’Inghilterra, la Germania, la Svizzera e l’Olanda.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it