Economia e Lavoro

Agricoltura, cresce il Pil ma scoppia la grana del grano. Centinaia di aziende sarde in sofferenza

Pi¨ 1,8 per cento per il settore, crescita tripla rispetto all'industria. Il mondo dei campi riesce a parare i colpi bassi delle importazioni selvagge. Il frumento Ŕ per˛ sottopagato, solo nel nord dell'Isola molti problemi per 200 realtÓ.



CAGLIARI - Il comparto agricolo contribuisce a sostenere il Pil in Italia grazie al più 1,8 per cento del valore aggiunto che fa registrare l’aumento annuale più elevato con un tasso pari al triplo di quello dell’industria e più del doppio di quello dei servizi. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat sull’andamento del Pil nel secondo trimestre. La crescita del settore conferma le enormi potenzialità dell’agricoltura che, nonostante le distorsioni di filiera e il flusso delle importazioni selvagge che fanno concorrenza sleale alla produzione nazionale, continua a far registrare una tendenza positiva.

"L’unica via per sconfiggere il falso Made in Italy è l’introduzione dell’origine in etichetta", afferma il direttore della Coldiretti Sassari e Gallura, Ermanno Mazzetti. "Solo così il consumatore sarà sempre informato sulla qualità e sulla provenienza delle materie prime che compongono il prodotto finale. Oltre all’introduzione dell’origine in etichetta, la Coldiretti è impegnata da mesi nella difesa del prezzo del grano che attualmente non copre più neanche i costi di produzione o dell’alimentazione del bestiame. Il risultato è che oggi il grano duro per la pasta viene pagato anche 18 centesimi al chilo mentre quello tenero per il pane è sceso addirittura ai 16 centesimi al chilo, su valori che mettono a rischio il futuro del granaio Italia. Da pochi centesimi al chilo concessi agli agricoltori dipende la sopravvivenza della filiera più rappresentativa del Made in Italy mentre dal grano alla pasta i prezzi aumentano di circa del 500 per cento e quelli dal grano al pane addirittura del 1400 per cento. "In questo modo si mette a rischio il futuro del prodotto simbolo del Made in Italy", dichiara il presidente della Coldiretti Sassari, Battista Cualbu. "Solo nel nord Sardegna sono circa duecento le aziende agricole che rischiano di vedere compromesso il proprio futuro. Non possiamo permettere che le speculazioni finanziarie mettano in pericolo i redditi di migliaia di famiglie che in tutta Italia lavorano in questo settore dell’agricoltura".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it